5000 !!

Vi chiederete: ma come 5000? Ma se eran 10.000 l’anno scorso? Giusto. Va bene togliersi gli anni, ma togliersi le visualizzazioni è una pratica quantomeno insolita. Infatti le visualizzazioni totali son state di 18.000 circa. E allora? Quest’anno il mio bloggino complimentoso ha ricevuto 5000 visualizzazioni! In un anno. Ne sono molto fiera. Son l’unica. Lo so, lo so, sembran pochissime, riferite alle migliaia o milioni di altri siti, ma vi faccio notare che:

  • non ho un vero PR [Cinzia resta e rimane la mia più grande sostenitrice, diamole atto. Forza Cinzia! Continua cosi’, ché forse ti arriva il torrone Morlacchi per Natale! Che non si dica che tratto male i miei ‘collaboratori’!];

  • non pago nessuno per farmi pubblicità [al limite offro torroni e spritz (vedi foto), WP_20150918_007[1]ma non è che uno con quello ci viva, eh?];
  • ho pochi amici e ancora meno conoscenti;
  • neppure i miei conoscenti e amici guardano questo blog e alcuni di loro non hanno la più pallida idea che io scriva qui o che abbia una pagina Facebook dedicata;
  • sono cosi’ socievole e mondana, che l’ultima volta che sono uscita fino a tardi si usavano ancora i dischi in vinile. Che sono questi qua:

    "Vinyl albums". Con licenza CC BY 2.0 tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Vinyl_albums.jpg#/media/File:Vinyl_albums.jpg

    “Vinyl albums”. Con licenza CC BY 2.0 tramite Wikimedia Commons

  • sono gentile e carina come una mantide religiosa che ha appena staccato un paio di teste. A riprova del fatto che certe pratiche non addolciscono una cippa di niente.

Insomma, sono molto contenta del risultato e lo saro’ ulteriormente quando arrivero’ ad avere 200 follower [Le parole straniere non vanno per forza declinate. Cito la solita Accademia: Il plurale di parole straniere. Fatevene una ragione.]. Da qui a Natale una ventina di persone le trovo, dai! Mi iscrivero’ a un corso di zumba-pilates-yoga dinamico, a lezioni di scrittura coreana, oppure entrero’ in una setta. Meglio: ne fondero’ una io. Pensavo a Sciattology, Adoratori del Pigiama Orsettico o Pigianesimo. Devo pensare allo slogan. Una cosa tipo: “L’apparenza per noi davvero non conta! Non sei convinto? Ma ci hai visto??” oppure “Il freddo e la solitudine ti tormentano? Unisciti al Pigianesimo! [Per ogni nuovo membro un plaid e una boule in OMAGGIO!]” oppure “Non desiderare l’uomo o la donna d’altri? Con il Pigianesimo allontani ogni tentazione!”.

Annunci

Sogno nella calza

Ho un sogno, che vorrei si avverrasse per Natale: arrivare a 200 persone che mi seguono. O che mi lovvano, se siete giovani. Parlando di numeri, me ne mancano 31. Non avete 31 amici (o nemici, eh? Funziona benissimo anche cosi’. A ben guardare, forse funziona pure meglio…) da tediare proponendo loro di leggere le idiozie che scrivo? Non vi ho convinto? Proprio no? Ok, provo con il gattino della Barilla (vedi foto). E adesso? Bon, mi gioco la carta della pietà e cerco di muovervi a compassione. Nella mia vita non ho molto. Non ho cinque figli e una moglie a carico, ma sono disoccupata (per una volta serve!). Poi vivo nella perenne paura del Velociraptor, vivo con la Costante I (che mangia pastoni inguardabili e vietati dalla Convenzione di Lugano [ne hanno fatta un’altra, dopo quella di Ginevra, apposta per lui. Per dire.] e gioca con le formine appiccicose), appena giro lo sguardo la vicina bionda tenta di rubarmi la Costante I (che ha un pessimo gusto, si sa, visto che sta con me, ma non è il caso di esagerare, eh? Ha dei limiti.), il Fattore M non mi molla di un centimetro (oggi mi ha fatto spostare mobili. Tu pensi che non possa pensare a qualcosa di peggio, invece ti stupisce sempre), mangio poco e ingrasso comunque e ovunque, ho le doppie punte alle doppie punte e i capelli bianchi, ho la stessa manicure curata di Capitan Uncino, più che la cellulite sto sviluppando delle squame (sulle prime ero quasi contenta, ma niente! Più che una sirena sembro uno sgombro…), ho dei piagiami che imbarazzerebbero i Teletubbies (che sono comunque più eleganti di me), gli unici amici che avevo sono espatriati (temo per colpa mia) o molto lontani (se sono in salotto e il caffé è in cucina, per me è molto lontano. Per capirsi.), il massimo dell’avvenimento nella mia vita è trovare una mosca in casa o i lepidotteri sulle piante (fossero almeno finte, sarebbe interessante). Esempio di lepidottero:

Insomma: non vi faccio pena??

Fate ‘sta carità di trenta persone. Trenta persone! Cosa vi costa? Metto in palio qualcosa? A colui o colei che avrà invitato più persone, in regalo uno splendido pigiama con gli orsetti. Nuovo, eh? O un lavoretto di Natale OrrRRrrendo, fatto con le mie manine. Mica tutti lo avranno, eh? Io ve lo dico. O la copia del mio libricino complimentoso, con tutti i complimenti. In PDF. Ve lo spedisco a casa. Oppure un barattolo di lepidotteri, che qua è pieno. O un bonus di Trenitalia [da ritirare dopo 36 ore, ma prima della 37a ora, valida solo dal lunedi’ al martedi’ degli anni bisestili con Luna in Gallifrey (vedi foto), Gallifrey Sound of Drums.jpgnella fascia oraria dalle 03.33 alle 05.55 del mattino, posti solo in piedi senza prenotazione oppure con prenotazione, ma in ginocchio sui ceci, sulla tazza del WC o nel comodo spazio tra un vagone e l’altro. Offerta non comulabile con altre promozioni e soggetta all’umore del bigliettaio. Portate le brioches con la marmellata, ché di solito funziona.] Oppure niente, che forse è già un regalo in sé stesso. Non per niente, ma se vi spedissi qualcosa, poi saprei il vostro indirizzo. Sapendo dove abitate, siccome mi annoio, verrei a contarvi le piastrelle del bagno mentre state domendo. Vi conviene? Dai, vi faccio la foto del tutone con le renne con cui giro per casa, cosi vi fate una risata e amici come prima. Dai, vi ripago in visibilità. Del tutone. Con le renne. Tipo questo, ma per adulti. Sui bambini fa tenerezza. Molta tenerezza. Sugli adulti ti fa venir voglia di afferrare lo spray al peperoncino e di spruzzartelo sugli occhi per non vederti più allo specchio. Poi pensi a quei poveri paramedici che poi son costretti a recuperarti in quelle condizioni e desisti. Dai, fanno il loro lavoro, perchè punirli?

Parole chiave / 3

Siamo arrivati alla terza puntata delle parole-chiave cercate su Google per arrivare alla Rubrica. Alcuni individui penso che ci ragionino molto.

  • Pecorelle fumetti / pecorelle con lana fai da te [Pecore. Pecore ovunque.]
  • Lui mi chiama tesorino [E non va bene? Che ti cerchi in Internet??]
  • Parodia archeologo [Già non ci prendevano abbastanza in giro? Comunque ce l’abbiamo e stiamo aspettando che esca il terzo video su Monte Landro. Esiste già il trailer perchè stavolta fanno le cose in grande.]

  • Rispondere ad un complimento sulla mia classe di donna [La tua classe. Ti serve Internet per rispondere e parli della tua classe di donna? Fai sul serio?]
  • Boxer balcone / balcone boxer [Allora è un’usanza diffusa, dai!!]
  • Zollette topi / zollette per topi [Ah-ah! Lo sapevo che sarebbe successo anche a qualcun altro prima o poi!!]
  • Si usa dire quando la classe non è acqua è un complimento? ? [Dev’essere quella con la classe]
  • Sempre sonno prendo diamine [Sembra più uno status di Facebook. Ma la gente sa come si usa Google?]
  • Plurale pigiama secondo accademia della crusca / pigiama donna orsetti brutto / cerco pigiama tipo felpa / scialle della nonna [Una pensa di essere originale, nella sciatteria, invece è pieno.]
  • Complimento gratuito / complimenti culinari / parodia complimenti / complimento carino per una foto su fb / sms complimenti affascinante [Dev’esser sempre quella con la classe]
  • Perché per i boxer si usa il plurale [Anche per mutande e slip, ma mi pare che la cosa non vi sconvolga più di tanto.]
  • Muffe sul cotechino [Se lo mangia anche la muffa, è buono!]
  • Pantera rosa per tromba [Una volta ho visto con la tromba che la suonava, se lo dovessi rivedere, gli chiederei la partitura e vi avvertirei.]
  • Stereotipo sulla baguette / pompieri francesi che ballano / fare un complimento in francese / brioche [Quelli interessati alla cultura francese e ai suoi caratteri principali: brioche, baguette e pompieri.]
  • L’esibizionista gira nudo per casa [Altrimenti non sarebbe un esibizionista. Cerchi su Internet un insetticida per eliminarlo?]
  • Scarafaggi in grecia in casa / a creta ci sono gli scarafaggi? [Si’ e volano.]
  • Simona ventura strafatta / paco lanciano moglie [La gente ha interessi davvero curiosi]
  • Johnny depp troppo vecchio per amber heard facebook [L’invidia è una brutta roba.]
  • Che fine ha fatto amber heard visto che settembre e passato e non si e sposata [Johnny Depp l’ha uccisa, squartata, mangiata e digerita.]
  • Posso farmi il bagno nelle cinque terre [No, il mare è finto.]

[continua]

RdC / 43 e la Teoria della Felpa con i Buchi

Non so se ve lo ricordiate, ma c’era stato un dubbio amletico (senza teschio pero’, che non è stagione) su cosa significasse dire a qualcuno che non è una felpa con i buchi (si veda RdC / 42). Dopo accurate ricerche e indagini approfondite scopro che la Teoria della Felpa con i Buchi esiste:

  1. Una fepa con i buchi non è una cosa vecchia o passata di moda, ma qualcosa a cui sei particolarmente affezionato/a;
  2. Una felpa con i buchi non è una cosa da buttar via perchè con lei hai passato molti bei momenti e il solo vederla te li fa ricordare;
  3. Una felpa con i buchi è quella che usi per stare in casa o come pigiama e che quindi ti accompagna prima di dormire o quando sei rilassato/a;
  4. Una felpa con i buchi è quella che ti conosce per come sei da tanto tempo. E ti apprezza ugualmente. Certo, non lo dà a vedere…

Insomma, essere una felpa con i buchi è un complimento. D’ora in poi, invece di dire al proprio partner “Sei bellissimo/a” oppure “Senza di te morirei” oppure “Vorrei stare con te per sempre” oppure “Sei la persona più importante della mia vita“, utilizzate anche voi l’espressione: “Sei la mia felpa con i buchi!“. Altro che tre metri sopra il cielo (e se non sei Scamarcio l’effetto non è lo stesso), altro che lucchetti con le iniziali (che sul ponte Milvio avranno anche un senso, ma sul ponte dell’Accademia a Venezia un po’ meno: lucchetti a Venezia), incisioni sugli alberi o sulle pietre (Orlando è impazzito, vedete voi, eh?), gomme da masticare o cerotti (ma cos’è? ma vi pare? I cerotti sotto il balcone di Giulietta a Verona? Ma dove siamo? Al Pronto Soccorso di coppia?) o graffiti sui muri! Di’ anche tu alla tua anima gemella che è una felpa con i buchi! Vedrai che successone! Chi di noi non vorrebbe essere associato ad una felpa tarlata, rovinata e magari rammendata? Ecco, nel mio caso preferirei che mi dicessero che sono un pigiama con gli orsetti. Ma son strana, si sa.

C’è tuttavia una seconda scuola di pensiero, secondo la quale affermare che uno/a NON è una felpa con i buchi, è un complimento. Pare voglia dire: “non sei qualcosa da buttar via alla prima occasione, appena vedo una felpa più nuova e più bella”. Rassicurante. Insomma, poi uno decide quale versione fa più comodo. Bon, sciolto questo nodo, passiamo alla solita carrellata di buone parole:

  1. Quando tu eri alle medie non c’era Internet, non c’era Fb, non c’era niente. [La penna d’oca? Le tavolette di cera? I rotoli di papiro? I graffiti rupestri? Ma quanto pensi che sia vecchia, io??]
  2. Non ti mordicchiare il labbro che lo deturpi! Poi è una delle cose più belle che hai!
  3. [parlando di allergie e intolleranze] Ma quindi quelli come Lei non si possono bere il latte di bue? [Mmmm…la vedo MOLTO difficile…]
  4. Siccome tu hai un punto di vista più BASSO del mio…
  5. Sono abbagliato! Ma non sei tu che mi abbagli…è il motorino!
  6. In chat. Io scrivo: “Sei uscito stasera?“, lui scrive: “No, sono uscito ieri“, io: “Allora sei a posto per un mese!“, lui: “S.usa, ma n.n c’. c.mpo…
  7. Non so se levarti l’amicizia e chiedertela di nuovo…
  8. Ormai mi ero dimenticato che tu esistessi…
  9. Che bene che stai controluce: non ti vedo!
  10. Si vede che sei abbronzata: ti si vede la linea bianca delle rughe.
  11. Io: “Nessuno si è mai lamentato della mia guida!” e lui:La gente è educata…

RdC / 36

Ultima RdC di quest’anno!!
  1. Sei peggio di FB : non ti si puo’ dire qualcosa, che lo sanno tutti!
  2. No, spetta, le foto le devo ritoccare, cosi’ la tua pelle viene bene…
  3. Lei ha pelle liscia, tu hai la pelle grezza.
  4. Lei è tenuta bene, tu no!
  5. ‘Mi piaci quando sei vestita bene.’ Perchè di solito son vestita come un barbone???
  6. Io ad un amico: ‘Vado a lavorare in Vaticano…’, lui: ‘Guarda che devi darla!’, io, molto stupita: ‘In Vaticano???’, e lui: ‘Guarda che è per quello che le chiamano pecorelle…’
  7. Guarda che pelle! Sei tutta disidratata!
  8. ‘Vai a lavarti il muso e a farti il bidé!’ Si’, beh, i fondamentali…
  9. Beh, ma parlo con te anche se ho fame e sonno…
  10. Lui: ‘Non capisci un cavolo!’ (protesto) ‘Era per svegliarti…’ Son tecniche.
  11. Domani è la fine del Mondo, meglio se vai a letto vestita, senno’ ti presenti da S. Pietro con il piagiama con gli orsetti??
  12. No, non ti ho pensato… Perchè? Dovevo?
  13. Lui: ‘Cioè se vedo il libro di Giacobbo, mi vieni in mente tu e te lo compro…’ GRAZIE!
Auguro a tutti voi uno splendido 2013!!