La teoria della donna sciatta

Questa teoria deriva da un paio di constatazioni, condivise con un paio di amiche (non me ne attribuisco tutto il merito), ma soprattutto, per quanto mi riguarda, da un episodio. Una mattina di maggio di qualche anno fa, mi alzo proprio male. Sono in ritardo perchè non ho sentito la sveglia, sono gonfia, mi guardo allo specchio e sembro un campo minato e ho pure la nausea. Mi lavo velocemente, infilo una roba a caso, comoda, direi sformata, che copra ovunque e comunque, ché non si sa mai, e mi pettino a malapena. Sembro Mafalda o Moira Orfei il giorno delle pulizie di primavera. Sospiro sconsolata. Pazienza. Per oggi, anche troppo. Ovviamente sono già innervosita con il resto del genere umano e non ho ancora visto nessuno. Prendo la borsa, metto le scarpe e via! Pioviggina e non ho l’ombrello. E quando mai quando piove?! Uno dirà che era un po’ da idioti, visto che abitavo a Parigi e non nel deserto del Gobi, ma sono alternativa. Penso alternativamente. Nel senso che penso a fasi alterne. E poi con i complimenti ho creato un blog, non serve infierire… Arrivo alla stazione della metro e mi ricordo che ho lasciato l’abbonamento nell’altra giacca. Ma porca di quella miseria ladra e truffaldina! Mentalmente, rifacendo la strada verso casa, penso a nuove parolacce. Ognuno si occupa come crede. Riprendo la metro un quarto d’ora dopo e non solo sono più nervosa di prima, ma sono anche in ritardo da far spavento, non ho ancora fatto colazione (e quindi in astinenza da caffeina) e pure sudata! Mi siedo. Manca solo che resti in piedi. Dopo un po’ uno di fianco si alza e mi dice: ‘Scusi, signorina, mi posso permettere?’ Io, occhiataccia di odio e sguardo da ‘Che diamine vuoi?’, mi sposto, pensando che dovesse passare. Lui: ‘Avete migliorato la mia giornata, oggi’. Io, sguardo da ‘Eh?? Che cavolo dici???’ e penso: ‘Porca paletta! Un altro pazzo! Possibile che li becchi tutti io?’. E lui ‘Lei è molto bella!’ (ok, baro, ha detto: ‘Vous êtes très jolie’) e scende. Resto perplessa per un po’. Un appassionato di Quino. Interessanti le facce allibite del resto del vagone che sembravano chiedersi: ‘Ma con chi parlava? Con quella?’ e si rispondevano: ‘No, guarda, secondo me, con la vecchia con il girello. Con quella proprio non è possibile!’ oppure ‘No, secondo me parlava da solo o con la Madonna. Seguiamolo! Ci porterà sulla retta via. Speriamo passi per il Marais che oggi ci sono i saldi‘. La racconto a un mio conoscente, che commenta: ‘Si, ma non lo pensava DAVVERO. Te l’ha detto solo perchè a Parigi tutti si sentono soli’. Sottotitolo mentale: sei oggettivamente quello che sei (spostati dalla luce che ti vedo troppo, grazie!), ma siccome quello si sentiva solo, avrebbe fatto un complimento a chiunque, anche a una mummia del Louvre. Tu eri quella più vicina.

Comunque, il punto è che quando mi sento bella nessuno mi fa un complimento manco a morire, quando sono in jeans, maglietta o pigiama con gli orsetti (vedi sotto), possibilmente con aspetto lurido e cencioso, divento di colpo molto attraente. Secondo alcuni conoscenti (maschi) il tutto deriva da questo: sei messa meno bene della media che gira, ergo, sei una preda più facile, ergo, ti abborda più gente perchè pensa che tu sia disperata. GRAZIE! Seconda possibilità, in versione femminile: sei sotto la media femminile, ma ti distingui rispetto alle strafi**e che girano e sembri meno costruita, ergo, meno sorprese. Da cui deriva la teoria della donna-cioccolatino. Ossia quella che devi scartare e che a volte risulta una delusione perchè costava più la carta del contenuto. In realtà, essendo accaduto in Francia, va fatta una precisazione. La donna francese è la donna finto-trasandato per eccellenza perchè è colei che sembra sciatta, ma che in realtà ha passato ore ed ore a costruirsi e a fingere di non essere interessata all’esteriorità, bensi’ alla spiritualità e alla bellezza interiore. Io invece ce l’ho come dono di natura.

Da tutte queste considerazioni ho elaborato il primo principio della sciatta dinamica:

L’attenzione degli uomini nei confronti delle donne è direttamente proporzionale all’aspetto da gattino spelacchiato e bisognoso della Barilla.

Corollario: “Più cercherai di migliorare il tuo aspetto con trucco e parrucco, più penseranno che sia un Barbatrucco.“. E se non sei Barbabella, lascia stare.

Secondo corollario: “Inutile lavarsi e profumarsi. Anche perchè, se l’uomo deve puzzare, probabilmente sarà insensibile all’odore altrui.

I DIMOSTRAZIONE:

Il pigiama con gli orsetti

RdC / 4: il pigiama con gli orsettiSi tratta di un pigiama che avrà un quindici anni come minimo. Ci sono affezionata, ma è, oggettivamente, inguardabile e a tratti imbarazzante. Ciononostante, ha il suo successo. Seguono testimonianze:

  • Sei molto sexy con quel pigiama!
  • No, ma piuttosto di quella cosa rossa che avevi su (baby-doll che costa un braccio), meglio il pigiama con gli orsetti!
  • Il tuo pigiama con gli orsetti? A me piace tantissimo!
  • Mi sento dire: ‘A me piaceva da morire il tuo pigiama!RdC / 4: il pigiama con gli orsettie, perplessa, protesto: ‘Ma dai! Lo sciattume più totale! è tutto sformato, con gli orsetti e i cuoricini, poi!’ (si veda reperto a fianco), lui, fermo nelle proprie convinzioni: ‘Appunto! Per quello è molto sexy: va tolto subito!’. Ok, ha un suo senso.
  • Il pigiama che hai su è bellissimo! Fa tanto brava ragazza…’, io: ‘Tipo che non lo sono??’, lui: ‘No, tipo che sembri un’educanda!’.

A quel punto, molto stupita, ne discuto con dei conoscenti. Uno di loro sostiene: ‘No, ma sai cos’è? Il fascino della scoperta: uno sa che sotto strati e strati di sciattume qualcosa di piacevole ci DEVE essere!’. Ah, ok. E io glielo lascio credere, giusto? Chi sono io per infrangere i suoi sogni? La strega cattiva di Biancaneve? Non si fa, dai!

3 thoughts on “La teoria della donna sciatta

  1. Secondo me dipende dal fatto che ciò che attira è l’essere fragile, accessibile, non l’essere figa. Alla fine della donna – ma anche dell’ uomo- la cosa più bella e la capacità di perdersi. Una tutta tirata e distante trasmette poco questa cosa essenziale : -)

  2. È successo anche a me, in passato ed ho pensato che il tizio in questione mi avesse vista trasandata e incazzata al punto da fare una buona azione e tirarmi su il morale… Ci riuscì, perchè comunque fa piacere.

  3. io sono sciatta perché ho la ferma convinzione di essere comunque speciale e poi non ho molti soldi da spendere in abiti, trucchi e parrucchi

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...