500

Colgo l’occasione del traguardo mensile raggiunto (più di 500 followers) per pubblicare gli ultimi ‘complimenti’ che mi hanno fatto. Tenete conto che per tre giorni ho vissuto a stretto contatto con la celeberrima e famigerata coppia Fattore M – Variabile Sigma e questo, già lo sapete, aumenta in maniera esponenziale il materiale complimentoso. Segue elenco:

  1. Variabile Sigma: “Ma che pantaloni ti sei messa??“, io, pronta: “Eh, no! Li ho presi con mamma!” e il Fattore M, infingardo: “Ho visto. Quando li ha comprati non le stavano così.” Quindi, se capisco bene, un capo di abbigliamento dopo un tot di tempo passato a contatto con me diventa automaticamente sciatto. Per osmosi.
  2. Sto facendo colazione e la Variabile Sigma: “Ma mangi TUTTA quella roba (un plum-cake al farro, 4 biscotti di riso e una tazza di caffè molto diluito)??” No, volevo solo fotografarla. Adesso la rimetto via.
  3. Io, cercando conforto: “Cavolo, ho davvero i piedi gonfissimi!!!” e lui: “Beh, è normale. Devi cercare di tenerli su e di riposarli più che puoi. [pausa] Che poi star sdraiata è la cosa che ti riesce MEGLIO!!
  4. Sei FUORVIANTE! [Non ti obbliga nessuno a darmi retta quando parlo, eh? Pensa che spesso mi ignoro da sola.]
  5. Io: “Mi passi l’acqua?” e lui: “Non ce n’è.” Io, insistendo e indicandola: “Ma no, quella là, che è aperta!” e lui: “Quale? Questa? Ma è lassativa! Non ne puoi bere tanta, altrimenti ti ca**i addosso!“. [Conoscevo l’acqua diuretica che ti faceva assomigliare a un campanello (plin, plin!) e già trovavo inquietante che uno avesse la pipì musicale, adesso sono ancora più spaventata. Acqua che elimina l’acqua (?!), che non ti fa venire i calcoli, che facilita la digestione, che stimola l’evaquazione, che cura gli ammalati, ecc. Ma un’acqua che disseti e basta non la fanno più??]
  6. Io. “Vabbé, in questo periodo ho un po’ la tendenza a buttarla in vacca…” e lui: “Sì, in questo periodo sei più VACCOSA.” [Fai sul serio??]
  7. Ti sei INFISSITA [ossia: hai aumentato la tua densità corporea]. Talmente infissita che hai raggiunto la densità di una NANA BIANCA.
  8. Devi andare ANCORA in bagno?? La prossima volta che usciamo, mettiti un catetere!! [Comodo. Come ho fatto a non pensarci prima? Lo metto nella borsa e hop! Non se ne accorge nessuno, eh?!]
  9. Lo mangi tutto, quello? [annuisco] Me ne dai un pezzetto? Lo faccio anche per te. [Non vedo in che modo io possa trarne beneficio…]
  10. Ho comprato il gelato! [sono intollerante al lattosio, quindi faccio una faccia perplessa] Vabbè, ce n’è di più per noi. [Ok, allora io vi guardo, limo le sedie e mi mangio la segatura. Non fate caso a me.]

Water

Nell’aereo di ritorno dall’Inghilterra, c’è una scolaresca di ragazzi delle superiori, che ha trascorso tre settimane di studio intensivo a Londra. Insisto: hanno passato tre settimane nella capitale britannica per migliorare la loro conoscenza dell’inglese. Ad un certo punto arrivano le hostess per chiedere se volessero bere qualcosa. Segue dialogo tra Ragazzo 1, Ragazzo 2 e Hostess:

Hostess: “Would you like something to drink?

Ragazzo 1 e Ragazzo 2: “…” [Rumore di neuroni colti di sorpresa e che si danno di gomito. Si veda video esplicativo, da 00:22 in poi.]

Hostess, scandendo: “Do-you-like-something-to-drink? [facendo finta di bere con la mano] Coffee? Juice? Tea? [mostrando il carrello dietro di sé]”

Ragazzo 1 (il più sveglio) verso Ragazzo 2: “Chiede cosa beviamo!” [Giura.]

Ragazzo 2: “Ehmmm…[minuti interminabili in cui abbiamo sorvolato almeno due Stati] Coca!” [che si direbbe coke, ma vabbé]

Hostess: “I’m sorry, we are out of stock. [Poi si ricorda con chi parla] We-don’t-have-it.

Ragazzo 2: “Oh, ca**o! Vabbé…Water [pronunciato VATER], please!

Ragazzo 1: “Ma sei scemo? Ca**o dici?? Che water e water [sempre pronunciato VATER]?? Si dice water [pronunciato uoter]!”

Ragazzo 2, convinto: “E’ scritto ‘water’, come il water [WC di casa sua]! Si dice water!!

La hostess porge due bicchieri di acqua e passa alla fila successiva.

Ragazzo 1: “Io volevo un succo!

Ragazzo 2: “Lascia stare. ‘Sti Inglesi di mer*a non capiscono mai un ca**o!

Considerazioni:

  1. Se non lo chiedi, il succo di frutta, l’hostess non ha poteri divinatori e non ha modo di sapere cosa diamine tu voglia da bere.
  2. C’è da chiedersi se i soldi investiti in questo corso intensivo non sarebbero stati spesi meglio al videopoker. Fossi nei tuoi genitori, il prossimo anno ti manderei a pulire i bagni in autogrill perchè ti vedo più portato.
  3. Tu parli talmente male che avresti bisogno dei sottotitoli e la hostess – che con te è stata gentile e paziente- è una st*onza?! Ma ce la fai?? Ah, no, scusa, dimenticavo con chi sto parlando. TU-essere-idiota!!
  4. Dopo tre settimane a Londra non sai chiedere un bicchiere d’acqua. C’è da chiedersi come tu sia sopravvissuto. Probabilmente bevendo l’acqua del water. Il che spiegherebbe la confusione.

Morale: L’acqua del WC è sempre la più buona.

La valle dei Lord

Ve la ricordate la rompiballe che viaggiava con due adolescenti e un’amica di qualche post fa? Bene. Sappiate che il peggio doveva ancora arrivare.

Gli adolescenti stilano, ad alta voce, una classifica delle coetanee (testuale, ho solo cambiato i nomi): Tizia è una t*oietta, Caia è ins*opabile, Sempronia è un boiler, ecc. Dire che non me ne frega una cippa, è riduttivo. Sono più interessata alla crescita del muschio sugli alberi e credo sia lo stesso per Tizia, Caia e Sempronia. Non che uno pretendesse granchè da due adolescenti, ma che le due signore sui cinquanta (di cui una la madre) trovassero la cosa divertente, mi ha stupito. Si passa poi ai problemi di cuore del figlio più grande (chiamiamolo Tizio). Vi fa tenerezza? Non dovrebbe. Premessa: Tizio stava con Matilde, la quale, ad un certo punto, lo ha mollato, per ragioni – dice lui – ignote. Qualche indizio sulle motivazioni lo ricaviamo dal comportamento di lui:

  1. L’ha minacciata dicendo che l’avrebbe “pestata a sangue” se lei lo avesse tradito;
  2. Le ha bestemmiato contro per 40 minuti perchè era in ritardo, davanti a tutti gli amici. Aggiunge tuttavia che “Quello con cui stava prima la trattava male! Era da X [nota località montana] ed era una mer*a, come tutti i XXXni! [abitanti della valle montana, dove – secondo il quartetto – sono tutte delle bestie. Nella loro valle invece son tutti lord inglesi.]”.

Un punto è chiaro: lui vuole tornare con lei perchè la ama. Tenetelo a mente perché alcune sue affermazioni (più sotto) potrebbero sembrarvi strane. Non lo sono. Lui è davvero molto innamorato. Si vede.

  1. Se io aspetto un mese poi perdo il sentimento per lei. [La famosa scadenza a 30 giorni. Manco lo yogurt.];
  2. Per me, se mi ha tradito, è una pu**ana! [pausa] Io voglio chiarire con lei. [Ma in quanti siete in quel cervello?? Fate un briefing, una riunione con la Dura Madre, una votazione per alzata di sinapsi, ma mettetevi d’accordo, dai!]
  3. Poi tanto a venti / venticinque anni sarà una vecchia e non la vuol più nessuno. [Che problemi hanno ‘sti adolescenti con quelli di 25 anni??];
  4. Io devo sapere se è stata con un altro! Se è successo cosi’…per me è finita. Caio [un suo amico] mi ha consigliato di s*oparmela e poi di lasciarle 5 euro sul comodino. [La valle dei Lord.];
  5. Ma è lei che non mi vuol vedere e mi evita! Io ho provato di tutto! [Immagino.]
  6. Le donne fanno quello che vogliono e han sempre ragione! Io voglio recuperare il rapporto con lei ma lei non mi risponde neanche quando la chiamo. [Eh?!]
  7. Le donne sono comunque più t*oie degli uomini! [E si accoppiano con gli alieni?]
  8. Lei è orgogliosa. Ma a cosa serve l’orgoglio in una relazione? Io se sbaglio chiedo scusa. [Implicando che è lei quella che deve chiedere scusa e che lui non ha fatto niente di male. E il fatto di dirne peste e corna, non è qualcosa per cui chiedere scusa. Certo. Ha senso.]

Riassumo: Matilde sta con Tizio finchè si stanca di lui e lo lascia. A lui non va bene la separazione e vorrebbe “recuperare il rapporto con lei”. Il problema è che lei non lo vuole vedere e lo ignora completamente. La complicazione è che – gli hanno detto gli amici – lei si vedrebbe con un altro. Vabbé, lui è arrabbiato perchè è già stato sostituito, inoltre è giovane e pirla e quindi dice cose a caso. Quello che mi ha davvero stupito è che ne stesse parlando con sua madre e un’amica di lei, chiedendo consiglio a due cinquantenni. La frase migliore è comunque della madre: “[Matilde] Si sta rovinando da sola. (!!) Se continua cosi’, non la vorrà più nessuno. (!!) Ricordati che un uomo si lava con un bicchier d’acqua, una donna no.“. Niente. Quella è proprio la valle dei Lord e delle Lady. Suppongo l’abbia detto perchè, secondo lei, la donna ci tiene di più dell’uomo alla propria igiene personale. Non vedo altra spiegazione. L’unica che cercava di riportare su binari di normalità una discussione allucinante in cui la ragazza passava dall’origine di tutti i mali del Mondo alla probabile madre dei figli di Tizio, era l’amica della madre, la quale, tuttavia, ad un certo punto ha rinunciato. Per disperazione.

Morale: se passate dalla Valle dei Lord, controllate il melo prima di mangiare la mela e lavatela bene, ché un bicchiere d’acqua non basta.

Parole chiave / 1

Molti di voi arrivano sul mio sito, non sapendo come impiegare meglio il tempo, principalmente attraverso due sistemi: Facebook e costrizione personale previa minaccia di pene corporali o che non vi rivolga più la parola. Ora, vi sembrerà impossibile, ma c’è gente che finisce per caso sul mio sito complimentoso cosi’ come uno finisce in una buca del marciapiede mentre è distratto dalle evoluzioni che il vento produce sulla gonna di una signorina molto piacente. Oppure perchè sta guardando il cellulare. Cosa che capita molto più spesso. Comunque, dicevo, alcune creature si ritrovano qua senza motivo, avendo cercato molto spesso qualcosa di molto diverso. Alcune parole chiave sono ovvie (la grafia un po’ meno): rubrica del complimento, rubrica:del:complimento, rubrica del complimento facebook, rubrica del complimento wordpress, rubria del complimento, rubrica del compl, rubr,ica del complimento, blog del complimento, complimenti. Segue elenco dei termini di ricerca in ordine di frequenza:

  1. Panegassa [passero in Veneto. Mi turba che sia in cima alla classifica.]
  2. Cormons [c’è gente che cerca Cormons. Su Google. Davvero.]
  3. Acqua risale dalla doccia / acqua che risale dalla doccia / risale acqua dalla doccia / axqua risale salla doccia (se scrivi cosi’, figlio mio, quello della doccia è l’ultimo dei tuoi problemi) / gorgoglii e acqua che risale nel wc e doccia / acqua che rusale dalla doccia / strano gorgoglio quando tiro acqua wc / problemi idraulici / scarico risale da doccia / buttare giù nel wc / risale l’acqua dalla doccia [se cercavate aiuto, mi dispiace. L’unico idraulico che conosco è Super Mario, ma non lo consiglierei comunque. Mai visto riparare niente.]
  4. Linea 90 milano [meglio informarsi prima di prenderla. Giusto.]
  5. Donna sciatta / non essere sciatta [forse uno slogan motivazionale?] / sembro sempre sciatta / una donna oggettivamente sciatta / mi dice che sono sciatta [Chiunque sia, mandalo/la! Sciatta sarà sua sorella!] / no alle donne sciatte [E agli uomini pirla?]
  6. Fantozzi con la febbre / fantozzi pigiama / fantozzi in pigiama [a molti i film di Villaggio sono piaciuti davvero molto]
  7. Che domande fanno alla emirates [è una domanda che pongono davvero in molti]
  8. Aneddoti culinari / anedotti culinari / aneddoto polizia / basilico aneddoti [ma perchè uno vorrebbe conoscere degli aneddoti sul basilico???]
  9. Muto con l’accia al collo / leggenda muto dell accia al collo traduzione inglese / pavia via ascia al collo [capisco la curiosità]
  10. Grecia colmenares vita privata [i nostalgici di Topazio, della sua indimenticabile recitazione spontanea, delle trame avvincenti e dei dialoghi profondi o dei suoi capelli chilometrici che facevano apparire Raperonzolo calva?]
  11. Sono influenzata sto male boule acqua calda plaid [mi dispiace per voi, ma perchè metterla come parola chiave per una ricerca??]
  12. Località montagna serrai di [Sottoguda gli è rimasto sulla tastiera]
  13. Depuratore giganti per piscina [Un pepuratore per Giganti? Nel senso che uno, per essere sicuro che non gli entri un gigante in piscina (per fare un pediluvio, suppongo), dovrebbe mettere un depuratore oppure si tratta di un depuratore che serve a ripulire l’acqua dopo il pediluvio del gigante?]
  14. Livello cu [Ci sono anche i livelli?! Pensavo che essere un caso umano fosse già un livello (basso) di per sé!!]
  15. Recensioni su mobili jysk / mobili danesi jysk / jysk mobili danesi le opinioni / e facile montare mobili jysk? [No, soprattutto se siete in due e uno dei due sono io]

[continua]

Acqua/3

Dopo cena mia sorella deve incontrare una sua amica. Ci troviamo in un punto X e andiamo a farci un giro. L’amica propone di andare in una gelateria. Io penso che mia sorella declinerà gentilmente l’invito. No, dice che è una buona idea. Segue dialogo interno drammatico da film d’azione di zerie B: ‘Ok, Jane, è una trappola! Non caschiamoci! Una volta guadagnata la sua fiducia potremo fare quello che vogliamo. Resisti, Jane! Resisti! Giuro davanti a Dio, e Dio m’è testimone, che i nordisti non mi batteranno. Supererò questo momento, e quando sarà passato non soffrirò mai più la fame: né io né la mia famiglia. Dovessi mentire, truffare, rubare, uccidere, lo giuro davanti a Dio: non soffrirò mai più la fame!‘. Aspetta… Dove l’ho già sentita, questa? Arrivati alla gelateria penso che ordinerà un’acqua tonica o un’acqua con il limone o un’acqua e menta o un’acqua e sale o una cosa cosi’. Prende invece un’enorme coppa di gelato con tanto di panna e sciroppi vari. Mi sento presa per il cucchiaio. La informo del mio stato d’animo. Mi dice, serafica: ‘Ce lo siamo meritato, con gli sforzi che abbiamo fatto oggi, no?’ Si’, in linea di principio si’. Non fosse per il piccolo particolare che io sono intollerante al lattosio e se mangio il gelato avro’ delle coliche per almeno due giorni. Mi sento doppiamente presa per il cuculo. Bevo il mio caffé shakerato senza zucchero perchè la faina ha ordinato DOPO di me e penso a come soffocarla nel sonno senza che incolpino me. Penso anche a buttarla nella centrale idroelettrica sottostante, ma non vorrei privare i pescatori croati della loro fonte di sostentamento.

Il giorno dopo mi metto a bordo piscina a leggere, ogni tanto faccio un bagno e prendo il sole sotto l’ombrellone, con la mia fedele bottiglia da due litri d’acqua. Nel mentre mia sorella passa il tempo a farsi massaggiare, stirare, allungare, inamidare e passare con la cera.  Letteralmente. Ha fatto un massaggio con una candela profumata. Faccio anch’io un massaggio con musica new age. Ora, saro’ l’unica, ma la musica new age mi innervosisce come poche cose al Mondo. Glielo dico e mette un CD con i rumori della natura. A ME???? LA NATURA A ME???? Il rumore dell’acqua poi, vista la quantità di acqua ingurgitata, mi sembra davvero una bella idea. Alla fine mi dice che sono un po’ tesa. Un po’ tesa?? UN PO’ TESA??? Lasciamo stare. Torno in piscina e aspetto mia sorella. Lei arriva bella rilassata, con la sua tisana rilassante, verso le 18, in tempo per recuperare i bagagli, pagare e andarcene. Mentre guido (io, lei è troppo rilassata) verso casa, mi informa di quanto si è rilassata. Ok, bene. Di quanto si senta leggera e depurata. Bene, ok. Di quanto questa vacanza le ci volesse proprio, di come abbia evacuato lo stress, ecc. Poi mi chiede se mi sono divertita. Mi sento nuovamente presa per il curlo. La informo che mi ha fatto patire la fame. Dice che sono ossessionata dal cibo. Sarà, ma devo ancora trovare qualcuno che riesca a vivere di aria e acqua fresca. Che poi detto da una che appena uno gira l’occhio si strafoga di gelato, suona un po’ ipocrita.