RdC / 42

Ogni tanto ritrovo dei fogliettini con annotati dei complimenti o delle stupidaggini che mi fan ridere. Li condivido con voi, con l’avvertenza che forse qualcuna l’ho già messa in un altro post. Sono un rudere, ormai. La memoria è quella che è…

  1. Mia mamma: “Ormai hai quasi 40 anni e non sai fare niente!” [Che sia CHIARO che non ho 40 anni e che non ci son manco vicina, eh?] La guardo stupita e quindi sviluppa il concetto: “Non sai lavare, stirare, pulire, farti da mangiare…” Certo, mamma, in tutti questi anni ho mangiato direttamente dalle scatolette di tonno o alla mensa dei poveri, vivendo sotto un ponte e svaligiando i cassonetti della Caritas per vestirmi. Grazie per la fiducia.
  2. Io a mia sorella: “Scusa, ma perché continui a darmi da mangiare?” risposta: “Perché sul blog hai scritto che ti affamo! Fai le foto al cibo che ti do’!” Vedi che avere un blog serve?
  3. Ma come? Ma sembri… Ma guarda che non è ancora Halloween!
  4. Non mangiare, che poi non entri più nei pantaloni…
  5. Hai superato la tua RDA [che non è Rubrica dell’Agricoltore (agricolo), bensi’ la Recommended Daily Allowance]! Guarda che ti controllo… Ecco, mi mancava solo il personal trainer che mi conta le calorie. Yuppiiii!
  6. Ma hai messo i panetti di burro direttamente sotto pelle?
  7. Sei morbida, sei bianca…sei come una pecorella! GRAZIE!
  8. Tu non sei una felpa con i buchi.

L’ultima frase merita approfondimento. Cosa vorrà mai dire un essere umano quando dice ad un altro essere umano che non è un indumento liso, slavato e smordicchiato dai tarli? Voglio dire: cosa spinge un essere umano dotato di cervello a dire una cosa del genere? Perché uno dovrebbe affermare una cosa del genere? Un po’ come dire ad una una cosa tipo: ‘Non sei un vaso da fiori‘ oppure ‘Non sei un mixer‘ [nel qual caso forse si potrebbe intendere: ‘Non sei una che mi tagliuzza le palle fine fine à la julienne‘] oppure ‘Non sei un tappeto‘ [cioè ‘Non servi solo ad allevare acari’]. E via di seguito. Insomma, l’affermazione merita riflessione. Approfondiro’ e vi faro’ sapere. Ma sento che ne uscirà l’innovativa Teoria della felpa con i buchi. Che dopo la Teoria della donna sciattala Zitellitudine e la Piramide amichevole, saranno i pilastri della mia nuova religione. Pensavo di farne sette. Sette pilastri mi pare un bel numero. Giusto per prevenirvi. Quindi, siate  pure prevenuti.

Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...