Traumi

L’altro giorno Teniotto mi dice, indicando il body: “[P]esce, [P]esce, [P]esce!”.

Alzo gli occhi al soffitto, scuoto la testa e gli dico: “No, non è un pesce. Quella è una balena, che è un cetaceo, come le orche e i delfini. Sono mammiferi, non pesci. C’è una bella differenza!”.

Mi guarda come se gli avessi detto che Masha è orfana, viene allevata nella fattoria dello zio Tobia da una capra, un maiale, un cane e un grumo di galline [era meglio essere allevati da zio Tibia, ma questo è un altro discorso] e bullizza Orso, che ormai ha la Sindrome di Stoccolma.

Semplifico: “Vabbè, è un cetaceo. C E T A C E O, no P E S C E !”.

Mi guarda come se gli avessi detto che l’igloo di Pingu è un Tardis perchè da fuori sembra un cesso chimico e dentro invece hai le terme di Caracalla.

In un secondo realizzo che forse pretendo troppo da Teniotto. In fondo ha solo 20 mesi. D’altra parte, gli Angela, tra vent’anni, chi è che li sostituisce?!

Un giorno mi ringrazierete. Voi. Lui invece mi richiuderà in una miniera di sale, in un sarcofago di piombo pieno di scorie nucleari e con un cubo di Rubik. La variante del paradosso di Schrondinger: finchè non si apre il sarcofago non si sa se l’ho risolto o meno. Beh?! Ogni occasione è buona per un esprimento.

Annunci

Grissino amaro

Sto guidando e Teniotto chiede insistentemente un grissino perchè dal seggiolino ne vede sul cruscotto una confezione aperta.

Teniotto: “Cre…cre…” [sta per crecker, ma intende grissino. Non è che faccia il panettiere, eh?!]

Sto per chiedere al Fattore M di dargli quello rimasto, ma vedo con la coda dell’occhio che ha già in mano la confezione.

Teniotto: “Cre…cre…

Il Fattore M tira fuori il grissino e appallottola la confezione.

Teniotto: “Cre…Cre…

Fattore M: “Oddio, scusa! La nonna si è mangiata l’ultimo!

Io: “Ti sei mangiata il SUO grissino??

Fattore M: “Eh, senza pensarci! Ma tanto adesso mangia.“. Erano le 11 e lui mangia alle 12-12.30.

Io: “Ma gliel’hai mangiato davvero?? Togli il pane di bocca a un bambino di un anno e mezzo? Ma…io non ho parole!

Fattore M: “Scusa Teniotto, la nonna non l’ha fatto apposta.” e gli dà l’involucro vuoto.

Cioè, fammi capire: io ho FAME e tu mi dai un sacchettino di plastica VUOTO??

Teniotto lo butta via e continua: “Cre…cre…“. A quel punto, tuttavia, credo che volesse dire: “CRIC, prendi il CRIC e dà ‘na botta in testa a nonna!”.

Ne avevo un’altra confezione in borsa. Nessun Teniotto è stato maltrattato durante questo aneddoto. La vita è dura, meglio prepararlo fin da subito.

Elezioni 2018

MESSAGGIO ELETTORALE

Vista la situazione politica italiana, ho deciso di scendere dal passeggino e di entrare in politica. Firmo quindi con voi un Patto* e prometto su Ca(gnot)to il cane e (Vini)cio il cunicio [coniglio per quelli fuori Regione] di realizzare TUTTI i punti del mio progamma.

* La firma la fa la mamma, ché io non so scrivere.

Programma elettorale:

  1. Difesa: creazione di un reparto militare speciale per trovare Babbo Natale e farsi consegnare tutti i regali; stanziamenti per l’acquisto di soldatini, carri armati, areoplanini, ecc.; creazione delle Olimpiadi del Risiko; lotta alla truffa degli elettrodomestici mascherati da giocattoli (non funzionano, bastardi!); costruzione di bunker sotterranei in cui scienziati governativi creeranno robot giganti capaci di fermare anche un’invasione aliena oppure cuccioli coccolosi automuniti e comandati da un certo Ryder oppure chiameranno Batman e via; riabilitazione dei Comunisti, che mangiano i bambini (!!!), per convincerli a mangiarsi il Rolex; no al terrorismo: caccia senza quartiere al Babau;
  2. Sanità: abolizione delle supposte, del termometro rettale e del sondino [che problemi avete con il sederino dei bambini che ci dovete SEMPRE infilare delle cose??]; no alle punture, anche di zanzara, e sì alla pillola con un poco di zucchero (brevetto Glaxo & Poppins®); stetoscopi riscaldati in tutti gli ambulatori; assunzioni di medici direttamente dalla Scuola Superiore di Medicina e Chirurgia della Dottoressa Peluche; detrazione fiscale del bacino sulla bua;
  3. Ecologia: incentivi per tricicli e biciclette EURODISNEY 7; agevolazioni per le poppate a km 0; produzione di energia pulita al 100% sfruttando l’energia cinetica delle giostrine nei parchi giochi (sfruttamento infantile? Non cedo a queste provocazioni);
  4. Economia: diminuire le tasse per tutti (lo dicono tutti e mi adeguo); fondi illimitati alle Banche del Latte Materno; uscire dalla zona UE ed entrare nella zona TA-TA o LA-LA; condono edilizio per tutti i box costruiti dal 2015 in poi; bonus prima piscina (anche riempita di palline. Bazinga!); eliminazione dell’IMU dalla casa sull’albero;
  5. Innovazione: prese più grandi per infilarci meglio le dita; una luce sempre accesa di notte in tutte le camerette; spray anti-mostro e polvere anti-cattivone venduti in tutti i supermercati; soluzione dell’annoso problema della sabbia nel pannolino; vasini più comodi e autopulenti; fango e pozzanghere in ogni giardino;
  6. Famiglia e politiche sociali: Sì alla politica del figlio UNICO e tasse triplicate per coloro che mettono al mondo un secondogenito che frigna, rompe tutto e ruba i giochi. [Non è una legge ad personam, come potrebbero dire quelli dell’opposizione]; più parcheggi riservati a passeggini e carrozzine; no ai matrimoni forzati tra dinosauri e principesse;
  7. Giustizia: abolizione della ciabatta e dello scappellotto materno e diritto ad un giusto processo; eliminazione delle scuse e delle strette di mano obbligatorie; carcere a vita per Guglielmo, che è manesco e gli puzza il sederino, e per quelli come lui; assoluzione con formula piena in caso di dichiarazione: “Ha cominciato lui!”; inasprimento delle pene per rottura e/o perdita, anche accidentale, del proprio giocattolo preferito;
  8. Costituzione: modifiche progressive alla Costituzione in modo da arrivare ad instaurare un Impero, in cui io sono Imperatore e voi non siete un…pannolino sporco!! Scherzo. Ampliamento del Senato in due seni distinti. Eliminazione della Camera a favore della Cameretta; eleggibilità dei neonati; creazione di Ministeri ad hoc con Ministri senza dentino o senza pannolino.

Mi dicono che dovevo fare meno punti, ma ho poco più di anno, secondo voi, so contare??

Insomma, tu elettore, il 4 marzo 2018 RICORDATI:

Per un’Italia che gattona verso il futuro, il 4 marzo vota Teniotto!!!

ATTENZIONE: Logo e simbolo sono di pura invenzione e nel caso assomigliassero a quello di qualche partito (non si sa mai), è puramente casuale. Io voterò, certo. Voterò Teniotto.

Trova le differenze

Ho scoperto molte analogie tra Teniotto [cioè il neonato, mio figlio (sembra una cattiveria? Ha cominciato lui dandomi calci al fegato per tutta la gravidanza)] e un comune gatto domestico:

  • piange se ha fame e ti dà il tormento finchè non glielo dai;
  • ha SEMPRE fame, soprattutto quando tu dormi;
  • quando ha finito di mangiare, ti ignora finchè non ha di nuovo fame;
  • ti fissa mentre mangi finchè non gli dai qualcosa;
  • fa i suoi bisogni solo sul pulito;
  • quando ha finito i suoi bisogni, devi portarli via tu [ed è decisamente meglio svuotare la lettiera…];
  • butta per terra ogni cosa si trovi su una superficie piana e poi ti guarda con aria di sfida;
  • si sbava la mano e se la passa sulla testa o prende le sue cremine e se le spalma in testa (ha dei capelli stupendi. Prima o poi ci provo pure io perchè, francamente, posso solo migliorare);
  • gioca con i nastrini e impazzisce per i puntini rossi;
  • nonostante uno gli abbia comprato giocattoli stupendi, didattici, utili, frivoli, colorati, sonori, magici, benedetti e / o satanici, lui comunque gioca solo con: nastrini, carta, mollette, fazzoletti, scatole, utensili da cucina, ciabatte, calzini, bottiglie, ecc.;
  • cerca di entrare o sedersi nelle scatole (vedi foto);Image associée
  • gli piace MOLTO di più dove dormi tu;
  • se dorme con te, ti sveglia a testate;
  • graffia e morde;
  • se lo sgridi, ti guarda con sufficienza e come se il caso non fosse suo;
  • se gli dici di non toccare qualcosa toccherà SOLO quello e ignorerà qualsiasi altra cosa;
  • adora il divano;
  • non parla ed emette suoni incomprensibili;
  • impossibile scrivere al computer perchè deve battere sui tasti pure lui;
  • ti occupa TUTTA la memoria del pc e del telefono perchè gli fai 800 foto (non sta MAI fermo) e poi le mostri anche ai passanti mentre aspetti l’autobus dicendo frasi tipo: “Qui è buffissimo!” oppure “Guarda! Qui cercava di fare questo!” oppure “Qui dormiva” oppure “Anche qua dormiva” oppure “Non è STUPENDO quando dorme??” [la risposta è: NO!];
  • infine, ovviamente, sta pianificando la tua morte.

After eight

Bene, ho lasciato passare mesi dal precedente post su Teniotto. Ah, non son neanche due mesi? Eh. Come passa il tempo quando ti diverti… Comunque vi siete schivati il post intitolato “Bau 7 Te!!“, io ringrazierei.

Ho scoperto di avere delle nuove skills. Ad esempio sono diventata ambidestra e riesco a fare qualsiasi cosa con lui in braccio. L’altro giorno ho completato un cruciverba scrivendo con la sinistra e facendo colazione con la destra, mentre lui mangiava. L’altra novità è che svolgo una funzione lassativa. Prima la faceva mentre era in braccio, adesso invece mi guarda da una certa distanza. Un progresso. Me ne sono fatta una ragione; tuttavia, che mi guardi ed espleti le sue funzioni corporali, lo trovo un FILINO insultante. D’altra parte potrebbe tornare utile per una futura carriera. Mi potrei proporre per la pubblicità della Activia. Se sul vasetto poi ci mettono la mia foto, la gente avrà un risultato GARANTITO. A parte questo, constato che:

  1. La lavatrice è la mia migliore amica. Senza di lei? Il nulla, il terrore, l’Isis, le briciole nel letto, il caffè finito, il Velociraptor alla porta, mia madre che dice “Hai un minuto?” e poi finisco in un buco nero e mi risveglio che son passate sei ore, si apre una porta spazio-temporale e mi ritrovo nel 1800, quando si stava peggio, ma si stava meglio e muoio di tisi, ecc.
  2. Il mio seno non ha mai visto così tanta luce. Non fossi bianco-blu cadavere, direi che si è abbronzato.
  3. Ho passato anni a volere un seno più grande, per poi scoprire che tanto nessuno lo avrebbe mai guardato con la stessa adorazione di Teniotto.
  4. Teniotto è pulito e profuma di buono. Io invece – nella migliore delle ipotesi – sono coperta di bava, rigurgito e deiezioni varie (molto varie e variopinte). Va da sé che la doccia diventa il momento migliore della mia giornata. Evvai!!
  5. Per allattarlo è necessario essere molto elastici, trovare sempre nuove posizioni ed avere due braccia che Braccio di Ferro (vedi foto), levati proprio! Immagine correlataMaturo quindi l’idea di scrivere un libro, che suoni più o meno così: “Fare tesoro delle nozioni del kamasutra imparate durante il concepimento e riadattarle all’allattamento.”. Capisco che ci sarebbe un problema di marketing.
  6. Sono diventata un canzoniere e storpio tutte le canzoni che mi vengono in mente. Alcuni dei testi: “Sono un coniglietto e salto nel letto / sono un coniglietto, il re del dispetto.”  oppure  “Sono la mucca MU, la mucca mu mu mu (ripete per 7-8 volte) / Sono la mucca LA, la mucca la, la, la. (ripetere 7/8 volte).” [esiste la versione francese: “Je suis la vache qui rit (riferimento al noto formaggino per bambini) / je suis la vache, ah ah”, da ripetere ad libitum]   oppure   “Io ho una bici-bici-bici-bicicletta e vado in giro-giro-giro-giro per il mondo, con la mia bici-bici-bici-bici-bicicletta io vado in giro-giro-giro-giro per il mondo.” oppure  (su base tecno) “I’m the baby in the box/ su le mani!!! Su i piedini!!! [con variante: I’m the rabbit in the hole / su le zampeeee!!!]”. La prolattina ti brucia i neuroni e non la posso manco associare alla biscottolina o al panino nutellino.
  7. Andare a farmi il colore dalla parrucchiera è l’evento principale della mia vita in questi mesi. Sono felice come se mi avessero invitato alla notte degli Oscar. Ma chi? Io? Oddio che onore!! E non devo fare il red carpet? Sicuri? Che poi, se mi passassero sopra, livellandomi con un mattarello, in lunghezza forse ci arriverei pure. Con tutto quel sangue poi, sarei red per forza. Ho anche l’effetto velluto e non sto a spiegarvi perchè.