C’è un medico?

L’altro giorno sono nella sala d’attesa di uno studio dentistico [Qualcuno penserà che sto sempre da qualche dottore o in ospedale. Sì, è vero, ma non sono ipocondriaca. Sto proprio cadendo a pezzi.] e sento la conversazione di due signore. Una dice all’altra che non riesce a ricordarsi che deve prendere una pastiglia ogni giorno e aggiunge di aver trovato una soluzione: “Ogni due giorni ne prendo due.” Bella idea. Ne ho una migliore: ne prenda 30 in un giorno, così per un mese è a posto.

Il che mi ha fatto ricordare un altro episodio, che mi capitò in treno, nella tratta Milano-Venezia. Ad un certo punto, tra Milano e Brescia, sento un certo trambusto nel vagone. Una signora di origini ispaniche, che viaggia con altre tre donne, si sente male. Viene chiamato il controllore e, appurato il malessere della signora, dà il seguente annuncio, come nei film: “Uno dei passeggeri ha avuto un malore. Se c’è un dottore in treno, è pregato di recarsi alla vettura numero tot!“. Da notarsi che il controllore aveva una voce quasi allegra perché per una volta non doveva annunciare ritardi, soppressioni, calamità o pestilenze. Ci mancava solo il “Non è colpa nostra, tiè!”.

Arriva una ragazza e mi par di capire che sia una specializzanda in medicina. Cerca di parlare con la signora, che capisce solo lo spagnolo e quindi dialoga in inglese e spagnolo con una terza, che traduce poi per la malata. Il che, oltre a dare un duro colpo ai sostenitori dell’esperanto, rende il dialogo tragicomico. Mancava solo che la signora fosse circondata da un fossato con i coccodrilli per aumentare ulteriormente la difficoltà. In buona sostanza si scopre che la signora ha problemi cardiaci e ha l’impressione che il cuore le esca dal petto. La dottoressa punta sull’attacco di cuore. Dal fondo uno grida: “Libera!!“. No, scherzo, non è vero, ma l’abbiamo pensato tutti e io guardavo la porta sperando che entrassero, nell’ordine: il Dottor Green, il Dottor Ross, il Dottor House, il Dottor Cox e la Dottoressa Izzie Stevens. Beh? Uno non può avere gusti variegati? Poi, se fosse avanzato un Dottor Avery, io non l’avrei gettato dal finestrino.* Il controllore chiede se deve avvisare la stazione di Brescia perché mandino un’ambulanza. Diniego della signora che si sente un po’ meglio. Meno male. La dottoressa intanto continua ad indagare (sempre con notevole difficoltà) e scopre che la signora prende delle pillole per il cuore. Si informa: “Signora, oggi le ha prese?“. Dice di sì. Ha il polso accelerato, sembra strano. Poi la ragazza ha un’illuminazione: Quante ne ha prese?” e quella: Tre. Eran due giorni che mi dimenticavo di prenderle…“. 

Ho quindi scoperto che dopo una certa età, l’accumulo medicinale va di moda. Beh, che abbia preso piede non mi stupisce. L’unico problema è che il piede è nella fossa.

* Se non sapete chi siano questi dottori o siete il Dalai Lama o siete nati dopo il 2000 e che sappiate già leggere non è possibile. Come? Avete quasi la patente? Ma che? Scherziamo??

Annunci

Parole chiave / 2

Continuazione del precedente post sulle ricerche che gli utenti fanno su Google, per poi ritrovarsi sul mio sito complimentoso che, nove volte su dieci, non li aiuterà per niente.

  1. Una mente diabolica complimento [Beh, proprio un complimento, direi di no. Pero’ dipende: se uno fosse chiamato Numero Uno, avesse creato la Spectre e accarezzasse un micio bianco pelosetto, allora potrebbe anche sentirsi lusingato]
  2. Cos’è la ziera? [Conosco ‘ziera’ in Veneto, ossia cera, utilizzato in frasi come: “Te ga ‘na ziera!” ossia: “Hai una pessima cera! / Sembri un cencio lavato! / Spaventi i bambini, ripigliati! / Ah, sei tu. Pensavo fosse iniziato il Giudizio Universale!”]
  3. Polipo doppio senso [Persona che mette le mani sul corpo di un’altra persona, praticamente ovunque, ma soprattutto in punti chiave, cercando di palpare quello che puo’, come se avesse dei tentacoli come polipo / polpo / piovra. Se poi la domanda fosse: ‘Chi ha la precedenza in mare quando si incontrano due polipi?’, non saprei.]
  4. Se sto passeggiando e mi ferma la polizia ma sono senza documenti? [Sei un idiota. Anche per come fai le ricerche su Google. I documenti vanno sempre portati, anche se esci due minuti a prendere il pane. Ma una mamma non ce l’hai? Nessuno ti ha ripetuto per anni la famosa frase: “Cambiati e lavati sempre prima di uscire e portati via i documenti, ché non si sa mai (da leggersi: metti che tu abbia un incidente che figure mi fai fare se puzzi?)!” Sui documenti uno avrebbe pure ragione, sul discorso dell’uscire puliti fa un po’ ridere perchè se mi tirano sotto mi riempio di sangue e se muoio gli sfinteri mi entrano in sciopero in blocco. Poi sulla brutta figura che fai TU perchè mi ricoverano o muoio IO, si potrebbe discutere.]
  5. Ciavemo significato [Ciavar, in dialetto, significa avere rapporti intimi, spesso di breve / brevissima durata, con una persona. Da evitarsi come tentativo di approccio diretto. No, in realtà, da evitarsi sempre.]
  6. Cos’è un complimento [Domande esistenziali].
  7. Smorfia molta gente sull.autobus [Siete preoccupati della crescente insofferenza umana nei confronti degli altri oppure volete solo i numeri per il Lotto?]
  8. Perchè gli uomini fanno i complimenti [vedi punto 5]
  9. ho chiesto al mio ragazzo di non portare le mutande sotto ai pantaloni [Oooookeeeeyyy!!]
  10. Gay da succhiare colico / vecchia anziana porca storia [E qui ti domandi in che modo il tuo sito complimentoso, in cui tutte le parolacce sono mascherate da una o più stelline, possa essere legato a questo tipo di ricerca.]
  11. Medico mi fa complimenti / il mio dottore mi fa i complimenti [Me lo immagino: “Lei ha la più bella cistifellea che abbia mai visto!” oppure “Mi è arrivato a prendere 25 pillole al giorno! Lei è davvero l’orgoglio del mio studio!” oppure “Complimenti! Non vedevo un viso giallo-grigiastro come il suo dall’epidemia di tifo del ’65!”]
  12. Complimenti a una foto di una cugina [Far complimenti ai parenti è contronatura.]
  13. Significato di uomo che fa complimenti sul rossetto [vedi punto 5]
  14. Una farfalla si e posata su di me e mi guardava che significa [Che dovete fumare meno erba. Come fa uno a dire che una farfalla lo guarda?? Poi le farfalle si nutrono anche di roba putrefatta o sterco. Fatevi una domanda.]
  15. Esiste la carta igienica di dora l’esploratrice [Per facilitare le funzioni corporali, suppongo. Me lo sono sempre chiesta: ma tu, bambino, dici che ti piace – che ne so – Hello Kitty (che esiste, qualora interessasse, eh?!), e poi la usi per per pulirti?? ]
  16. Droga lyon [domandare a quelli del punto 14]
  17. Universita enzo miccio [Eeeeeh??? Gli hanno dedicato un’intera Università e io non ho diritto neanche a una statuetta in giardino con gli altri nani e Biancaneve? Protesto vivamente!!]

[continua]

Aspetta, aspetta…

Ieri vado dal mio medico curante. Delle mie malattie parlero’ un’altra volta, ché la gente poi pensa che abbia novant’anni. Secondo un test che ho fatto ne avrei 42. Dico ad alta voce: “Quarantadue?? Ma che?? Scherziamo??” e sento una vocina di fianco che commenta: “Beh, dai, ormai manca poco… (pausa) Ehm…dieci anni, giusto?“. Vabbé, ma se prendi la mania di salvarti in corner tutte le volte, che ci scrivo sull’RdC? Vienimi un po’ incontro, no?
Sala d’attesa. Strapiena. O regalavano i farmaci o distribuivano buoni per il 3×1 e il pacco convenienza. Non mi spiego. Mi siedo e mi capita di sentire una lezione di teologia paesana. Ma sul serio? Han tutti una media di 85 anni, come mai non parlano del povero Piero e della povera Maria, di Tizio che è in ospedale, di Caia che è ancora zittella, del marito di Sempronia che è scappato in Siria per stare un po’ tranquillo e sfuggire alla suocera e alla moglie che facevan sembrar due angeli le Arpie? No, sul serio, ma che generazione di anziani ci ritroviamo?? Mi ritrovo in sala d’aspetto con uno storico amatoriale che trae le sue informazioni da Voyager e da cartoni animati tipo Calendar Man o la Stella della Senna (che collocava la rivoluzione francese il 4 luglio… Per dire, eh?). Qua per disinfestarlo ci volevano tutti e due gli Angela e il CICAP al completo. E secondo me, avrebbero chiamato in aiuto Paco Lanciano. Si spertica in discorsi sulle principali religioni e e se ne esce con delle frasi degne di nota, oltre ad un assortimento di luoghi comuni, tipo: “La religione è l’oppio dei poveri!” oppure “Alla Chiesa andava bene quando eravamo tutti ignoranti” oppure “Paese che vai usanza che trovi” oppure “Le donne non dovrebbero andarci con quelli perchè ‘donne e buoi dei paesi tuoi’.” Non so se Lei conosca solo vacche, ma è da un po’ che c’è un certo miscuglio di genti. Direi da un bel po’. Direi da sempre. Soprattutto nel profondo Nord-Est. Con buona pace di quelli che pensano di discendere dai Celti. Quelli che mandavano avanti le donne per spaventare il nemico, che avevano paura che il Cielo gli cadesse sopra la testa, che inchiodavano le teste dei nemici agli stipiti delle porte perchè portava bene, che facevano una sorta di pan e vin con i prigionieri, che avevano una smodata passione per il vino (e questo direi che ci è rimasto) e che si son fatti battere da uno abbandonato da tutti, che aveva un esercito di quattro gatti spelacchiati, che stava assediando una città e che avevano assediato in migliaia. Certo, era Giulio Cesare. Un po’ come cercare di vincere contro Iron Man… Comunque, tra le sue perle:

  • Ogni religione ha le sue usanze, è come il dialetto.
  • Se prendiamo un israeliano dalla Russia… DECIDITI! O è Russo o è Israeliano.
  • Po’, savé quei caveoni coi rizi [Poi, avete presente quei capelloni con i riccioli?] Credo intendesse gli ebrei ortodossi, ma non ho certezze.
  • Nel Corano non c’è scritto di maltrattar le donne. Dicono che la donna è l’angelo del focolare! Ma…testuale??
  • La storia inizia con Cristoforo Colombo… [AAAAAARRRRGHHHH!!!!] …che era figlio illegittimo e il cugino era meglio… Son cose fondamentali per la storia, dai! Che ti frega che abbia scoperto l’America? Tanto prima o poi qualcuno ci andava a sbattere. La cosa importante era il cugino! Quello che vendeva il miglior basilico da pesto di tutta Genova.
  • E poi i BORCHIA? Quelli di Roma, i BORCIA, uno che è diventato Papa, ma aveva i figli e governava Roma per un’altra storia che ci stava sotto. Miseria! Ma guardati la serie TV!

La vena complottara esce poi con domande esistenziali, come:

  • Dov’è andato Gesù dai 12 ai 33 anni? A fare i fanghi sul Mar Morto, lo sanno tutti.
  • Perché hanno ucciso Papa Luciani? Io ho sospettato sempre della suora. Quella con la tisana non me l’ha mai raccontata giusta.

Ora, di tutti i discorsi allucinanti e di tutte le banalità, mi ha colpito soprattutto un misterioso libro: la Bibbia PAVOLINA. Ora, secondo quanto affermato questa Bibbia, con scritte delle ‘storie diverse da quelle che sappiamo tutti‘ sarebbe stata ritirata ai tempi del nonno di quest’uomo, che l’ha saputo dalla madre. Dopo ricostruzione personale, ho collocato il fatto tra la fine dell’800 e l’inizio degli anni ’30. Pavolina mi ricorda Alessandro Pavolini, Ministro della Cultura Popolare durante il Fascismo. Che ci sia un nesso? Forse Pavolini ha censurato la Bibbia? Mi sembran misure drastiche anche per lui… Che sarà mai questa bibbia Pavolina? Qualcuno lo sa? Non ci dormo da ieri. Potrebbe essere il manuale di utilizzo del famoso FAIAL? Certo, potrebbe essere la Bibbia in Edizione Paoline. Anche questa possibilità, dopo i Borchiati Borgia, non è da scartare…