Water

Nell’aereo di ritorno dall’Inghilterra, c’è una scolaresca di ragazzi delle superiori, che ha trascorso tre settimane di studio intensivo a Londra. Insisto: hanno passato tre settimane nella capitale britannica per migliorare la loro conoscenza dell’inglese. Ad un certo punto arrivano le hostess per chiedere se volessero bere qualcosa. Segue dialogo tra Ragazzo 1, Ragazzo 2 e Hostess:

Hostess: “Would you like something to drink?

Ragazzo 1 e Ragazzo 2: “…” [Rumore di neuroni colti di sorpresa e che si danno di gomito. Si veda video esplicativo, da 00:22 in poi.]

Hostess, scandendo: “Do-you-like-something-to-drink? [facendo finta di bere con la mano] Coffee? Juice? Tea? [mostrando il carrello dietro di sé]”

Ragazzo 1 (il più sveglio) verso Ragazzo 2: “Chiede cosa beviamo!” [Giura.]

Ragazzo 2: “Ehmmm…[minuti interminabili in cui abbiamo sorvolato almeno due Stati] Coca!” [che si direbbe coke, ma vabbé]

Hostess: “I’m sorry, we are out of stock. [Poi si ricorda con chi parla] We-don’t-have-it.

Ragazzo 2: “Oh, ca**o! Vabbé…Water [pronunciato VATER], please!

Ragazzo 1: “Ma sei scemo? Ca**o dici?? Che water e water [sempre pronunciato VATER]?? Si dice water [pronunciato uoter]!”

Ragazzo 2, convinto: “E’ scritto ‘water’, come il water [WC di casa sua]! Si dice water!!

La hostess porge due bicchieri di acqua e passa alla fila successiva.

Ragazzo 1: “Io volevo un succo!

Ragazzo 2: “Lascia stare. ‘Sti Inglesi di mer*a non capiscono mai un ca**o!

Considerazioni:

  1. Se non lo chiedi, il succo di frutta, l’hostess non ha poteri divinatori e non ha modo di sapere cosa diamine tu voglia da bere.
  2. C’è da chiedersi se i soldi investiti in questo corso intensivo non sarebbero stati spesi meglio al videopoker. Fossi nei tuoi genitori, il prossimo anno ti manderei a pulire i bagni in autogrill perchè ti vedo più portato.
  3. Tu parli talmente male che avresti bisogno dei sottotitoli e la hostess – che con te è stata gentile e paziente- è una st*onza?! Ma ce la fai?? Ah, no, scusa, dimenticavo con chi sto parlando. TU-essere-idiota!!
  4. Dopo tre settimane a Londra non sai chiedere un bicchiere d’acqua. C’è da chiedersi come tu sia sopravvissuto. Probabilmente bevendo l’acqua del water. Il che spiegherebbe la confusione.

Morale: L’acqua del WC è sempre la più buona.

Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...