Ospitalità

Qualche giorno fa son fuori in terrazzo a fumare e noto che un mio vicino di casa riceve delle visite. Gli ospiti imboccano la stradina e lui li accoglie sbracciandosi e aiutandoli a far manovra dal terrazzo. Questi parcheggiano, ringraziano e si scambiano convenevoli. Lui dal primo piano e loro nel cortile. Aprire la porta è troppo banale, poi magari uno pensa che ti faccia piacere vederlo. Vabbé, sono usanze. Poi il padrone di casa ha un colpo di genio: cala il bidone del secco (rifiuti non riciclabili) verso di loro, che cercano di afferrarlo come possono, senza grandi risultati. Infatti cade della roba (son felice di essere abbastanza lontana da non sapere cosa sia) e loro la devono pure raccogliere (!!). Infine, sempre dall’alto, indica dove devono depositarlo. Superata la Prova Scoase (immondizia) viene loro accordato il permesso di entrare. Benvenuti!
C’erano anche altre possibilità: dare l’indirizzo sbagliato; andare al cinema prima che arrivino; farli aspettare per ore al gelo fingendo che il campanello non funzioni; sputare a tutti dal terrazzo; lanciare uova marce e pantegane morte, ma solo in caso di ospiti veneziani, per farli sentire a casa o inviare il Velociraptor ad accoglieli. No, vabbé, a questo punto non invito nessuno. Faccio prima e non devo cucinare.

Morale: Se il bidone non lo tiri tu, puo’ capitare che te lo tirino.

Annunci

One thought on “Ospitalità

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...