Haters

Scrivo su questo blog dal 2012 e di cose ne son successe e di cose ve ne ho raccontate. Eppure… Eppure mi manca qualcosa. Qualcosa che renda il mio blog completo. Qualcosa che mi faccia capire che ho un posto nell’Universo. Mi mancano gli haters. Gli haters sono quelli che non ti han mai visto, né conosciuto, ma qualunque cosa tu dica, la troveranno offensiva e si sentiranno in dovere di insultarti e criticarti. Gente che nel cervello ha solo questo personaggio: Disgusto. Poi secondo questo principio: “[Gli Odiatori professionisti] non ti amano, ma controlleranno la tua pagina religiosamente” (vedi foto), avro’ più visulizzazioni e, cosa da non sottovalutare dovendo fondare il Pigianesimo, la gente religiosa mi diventa fondamentale. Ne vorrei un paio. Ne bastano un paio. Giusto per darmi un tono. Davvero. Mi servono. Ve lo giuro, mi servono. Il mio blog vive di ‘complimenti’. Chi meglio degli haters? Vi faccio un esempio.

Nel 2011 lavoravo all’Università e quindi capitava spesso che fossi chiamata per far parte della commissione preposta agli esami. Avete presente quelli che stanno di fianco al professore e quando quello chiede qualcosa si scatafasciano per eseguire? Bene. Io ero quella che stava seduta a fissare il vuoto. Ogni tanto facevo un paio di domande, davo un voto parziale e tornavo a fissare il vuoto. Un lavoro che poteva fare anche un gatto. Ovviamente gli studenti mi amavano. Questo è il giudizio pubblicato su un sito studentesco dell’epoca che parlava di come superare il nostro esame:

Le due vere “carogne” sono gli assistenti che interrogano sui manuali. Il tipo alto e magro è abbastanza umano: fa domande precise, ma non è particolarmente pignolo. La ragazza invece è a dir poco insopportabile: antipatica, fa domande tutt’altro che ovvie e, cosa peggiore, è stretta di voti da star male. Andrebbe abbattuta.
Per chi avesse dubbi, non sono alta e magra. Sconfortata da questo giudizio pieno di odio (e mi ricollego al discorso degli haters), cerco conforto nei miei amici, che commentano:
  1. Comunque non stento a credere che le ragioni di quello studente siano fondate…
  2. Beh, il commento sulle ‘domande tutt’altro che ovvie’ prendilo per un complimento.
  3. Beh, lo studente avrebbe anche potuto dire: il tipo alto e magro e quella bassa e chiatta…
E quindi? Niente, i miei amici sono quelli che fanno scappare gli haters. Come fanno a fare i disturbatori con gente cosi’ sulla piazza? Troppa concorrenza, dai! Ma, cari odiatori seriali, non siate timidi, non vi blocco e non vi elimino. Ve lo giuro. Siete comunque migliori dei miei amici. Al massimo usciamo insieme e vi offro una birra, insomma.
Perchè parlo di queste cose proprio oggi? Perchè a Natale siamo tutti più buoni, ci vogliamo bene, ecc. Volevo fare quella alternativa. Buon Natale!
Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...