Oh, rio mare!*

* Nel senso di malvagio, crudele, ecc. Da parafrasare con: “Oh, quant’è malvagio questo mare!“, con chiaro riferimento (se a qualcuno fosse sfuggito) alla famosa marca di tonno. Che non nomino per non far pubblicità.

Ieri mattina mi sveglio quasi contenta. Attenzione: ho detto QUASI. Non esageriamo. E mi sento dire:

Ah, i miei 150 gr di bontà in olio d’oliva!

Analizzo velocemente la frase, alla luce della precedente: “Ah, i miei 150 KG di morbidezza in olio d’oliva!” (si veda Rio Mare) e constato:

  1. Non sono più un tonno. Meno male.
  2. Sono sempre unta, ma a questo punto me ne faro’ una ragione.
  3. Non sono più morbida come una gelatina, bensi’ buona. Mi sembra un miglioramento.
  4. Non peso più 150 KG ed è un bel passo in avanti. Tuttavia i 150 gr son poco credibili, anche se mi sento lusingata.

Replico quindi un po’ civettuola: “E gli altri 150 KG dove sono finiti??” e lui: “Ho detto 150 gr di bontà. Il resto è cattiveria!“. Ah, ecco, mi pareva. Ti spiace se compro un lanciafiamme e lo collaudo su di te? O se ti faccio una ceretta con l’olio (d’oliva. Ci mancherebbe!) bollente mentre dormi? Me n’è venuta voglia all’improvviso. Poi uno si domanda perchè son nervosa già di prima mattina…

Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...