RdC / 46

Anche nel 2015 le buone parole si sprecano. Di seguito la lista dei complimenti del mese di gennaio:

  1. Il Fattore M, che mi spiega come si carica una lavastoviglie (?!): “Le terrine non vanno in lavastoviglie, altrimenti diventano brutte…come te!
  2. Parlando con un uomo sui sessanta, egli afferma: “Noi vecchi siamo pieni di malattie.” Includendomi nel NOI.
  3. Sei sempre rabbiosa! Oggi sei solo più ringhiosa. [Un miglioramento, forse?]
  4. Io: “Volevo venire a trovarti [in un altro paese]…forse per dicembre ce la facciamo!“, lui: “Ti serve un anno?? Per il restauro??
  5. Io, in chat: “Vado a fare colazione…” e lui: “Colazione?? Ma se è quasi l’ora dello spritz!!
  6. Io, in chat: “Adesso vai a dormire?” e lui: “Non sono una gallina!! Magari ogni tanto un po’ pollo si’…
  7. Smettila di pulire! Sembri tua madre!
  8. Guarda che l’ACIDOSI è una malattia… [Io conoscevo solo l’acidità. Ma guarda te quante cose impara uno frequentando la gente giusta!]
  9. Ormai hia più pancia che tette! [riferendosi, garbatamente, al fatto che sono LEGGERMENTE ingrassata nell’ultimo periodo]
  10. Io: “Ma perchè quell’antiquario mi guarda?” e lei: “Ti guarda perchè in te vede il pezzo antico…” GRAZIE.
  11. Al bar portano il mio spritz alla mia amica, mentre a me danno l’acqua [come da regola, riportata nelle XII Leggi: Quando ordinerai una birra la cameriera la porgerà sempre al tuo accompagnatore o alla tua accompagnatrice pensando che tu sia troppo sfi*ata per poter bere birra. A te al massimo l’acqua naturale perché quella frizzante è troppo forte.] e lei commenta: “Rassegnati! Hai la faccia da ASCEMIA…” Ossia ho la faccia da una che è un misto tra un’astemia e una scema. Benissimo.
  12. Consiglio che mi viene dato mentre impacchetto i regali di Natale in ritardo: “Potresti aprire un negozio che vende MERDA! [???] Impacchettata bene, pero’!” Ah, beh, certo, impacchettata bene. E dove siamo? Le cose o si fanno bene o non si fanno! E poi c’è il vantaggio che se a uno non piace il contenuto puo’ buttarlo nel WC. O usarlo per concimar le piante. O far gli scherzi a Carnevale dandogli fuoco e mettendolo sul tappetino d’ingresso dei vicini. Un regalo polivalente, insomma. E anche un’idea geniale accostabile al più famoso, e precedente, esempio del Manzoni (si veda foto). Nessuno ha mai pensato di riprenderne la vendita. Direi che è davvero un peccato. Dovrebbero vendere i kit per il fai-da-te, poi ci attacchi una coccarda e sei a posto! Naturale, biologico, fatto con il cuore e molto personale. Aspetto finanziatori.
Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...