Comici in erba

In classe con le bestioline. Sento e ripropongo:

Allievo A, parlando con C dell’allieva B: “Sai, ha fatto un incidente, non si è fatta niente, per fortuna.”

Allievo C: “Ma cos’è successo?

Allievo A: “Ha preso in pieno un autobus.”

Allievo C: “Ah, e ha dovuto pagare il sovrapprezzo?

Allievo A, molto molto perplesso: “…… Per cosa?”

Allievo C: “Per la macchina quando ha preso l’autobus!

Un momento di silenzio per il senso dell’umorismo. La mia parte del cervello deputata alla risata-da-cosa-divertente, chiamata Apparato del Riso, è rimasta in sciopero per giorni. Le ho dovuto scrivere due lettere di scuse, prometterle di imolare l’allievo C alla prima occasione, mandarle una scatola di cioccolatini (che par poco, ma se uno ci pensa, non è una cosa cosi’ immediata) e stare sui ceci per delle ore. Alla fine l’ho convinta a ridere di nuovo promettendole di sniffare aspirina tagliata con le caramelle frizzantine (vedi foto). Ha funzionato con l’Apparato del Riso, ma non son sicura che basterebbe a placare l’ira del Senso dell’Umorismo. In effetti è stato un duro colpo. Per tutti noi. Ma non è finita. C’è di peggio: qualcuno in classe non l’aveva capita. Bisognava spiegarla. L’Apparato del Riso era già in sciopero e aveva mandato un chiaro segnale ai Neuroni del Sonno per fingere uno svenimento, ma la parte del Senso del Dovere si era messa in mezzo tenendo in ostaggio i Neuroni del Sonno, e iniziando un pistolotto infinito sul perchè non ci si possa tirare indietro, sul dovere didattico, sulla missione pedagogica, sul modello che si rappresenta, ecc. Dopo minuti di trattative con il Lobo Temporale, che aveva fatto notare la necessità di mantenere un lavoro per mangiare, che ormai si era fatta una certa, che mancava poco alla campanella e che c’era la pausa pranzo, i Neuroni del Sonno erano stati rilasciati in cambio della promessa di ripeterla solo una volta. E poi di non ripeterla mai più. A nessuno. Tuttavia, dopo la spiegazione, l’imprevisto: uno di loro mi guarda perplesso e mi dice: ‘Non l’ho capita.‘ Dopo un momento di panico, ricordo una barzelletta divertente e mentre l’Apparato del Riso è distratto, la rispiego. Nessuna reazione visibile. Ci rinuncio. Che poi forse il suo cervello è stato più rapido e intelligente del mio: scatto felino dei neuroni del non-ascolto-una-parola (forse i più attivi in quella classe) e il gioco è fatto. Beata gioventù…

Annunci

One thought on “Comici in erba

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...