Il mio piede sinistro

L’altro giorno stavo mettendo a posto le mie scarpe. Rituale ancestrale femminile chiamato anche Giorno del Sacrificio della Tomaia. Nel senso che devi sacrificare qualche scarpa per far posto a quelle nuove, che hai appena comprato e che non metterai perchè ti serve la fune per issarti a quell’altezza, quando cammini sembri la brutta copia di Paperino dopo l’ottava vodka lemon e ti son costate un braccio. Quelle scarpe che metterai solo una volta, forse due. Al matrimonio di qualcuno e al tuo funerale. Perchè si’, con quelle scarpe vuoi anche essere sepolta. Eccheccavolo! Più che altro per distrarre la gente dalla mancanza del braccio. Una cosa tipo: “Ma le manca un braccio?? (breve pausa e voce che si alza di un’ottava) Ma che scarpe bellissime!!

Ad un osservatore poco attento queste due ballerine sembreranno solo due ballerine. DSCF1047In realtà non sono delle semplici ballerine. Un giorno decido di comprarmi un paio di scarpe. Operazione non difficilissima perchè un’oretta dopo esco dal negozio con la mia simpatica borsetta. Voglio dire: quanta intelligenza sarà necessaria ad un normale essere umano per comprarsi un paio di scarpe? L’evoluzione servirà a qualcosa, no? Lo saprebbero fare anche le scimmie, no? Indichi quelle che ti piacciono alla commessa, le provi, ti piacciono, te le inscatolano, paghi, esci. Non sembrano operazioni complesse. Invece il dramma è dietro l’angolo. Non mi accorgo di un piccolo particolare: me le hanno date tutte e due destre (vedi foto). DSCF1048Vabbé, uno dice, appena le metterai la prima volta te ne accorgerai. No, perché le ho comprate all’inizio dell’estate e me ne sono accorta solo a fine ottobre / inizio novembre. Che poi uno dice: son cose che succedono, no? Sarà la mia impressione, ma mi sembra che queste cose succedano con più frequenza a me che agli altri. Comunque, in fondo è un po’ colpa mia. Quando si compra qualcosa è per usarla, non per lasciarla lì per vedere se si riproduce. Fosse così ci avremmo provato tutti, mettendo una bella musica d’ambiente, magari due candele, del buon vino… Non funziona. Comunque sono seguiti immediati commenti:

  1. Ma quando le hai provate non ti sei accorta? [Ne ho provata una, come si fa di solito… Anche Cenerentola ne ha provata solo una! Mica è andata in giro a provar tutto il negozio di cristalleria, eh?]
  2. Ma avrai visto che erano due destre! [No, ah! Non mi sono accorta! Cos’è? Mi faccio i trabocchetti? O pensi che il mio sogno da bambina fosse di avere due scarpe destre con cui fare dei simpatici cerchi concentrici nella stanza, camminando a spirale??]
  3. Ma io non lo so, solo tu sei capace di far queste figure nei negozi! [Cioè, fatemi capire: LORO mi han dato due scarpe destre ed è colpa MIA??]
  4. Vabbé, cosa vuoi fare? Telefona e spiegale. Chissà che risate che si farà la commessa!! [Ecco. Già non avevo tanta voglia di telefonare prima, adesso che mi dici che la racconterà a tutti e che saro’ lo zimbello del paese, mi hai proprio convinta, eh?]
  5. Commessa: Mi sembrava impossibile! Di solito quando uno compra un paio di scarpe è per usarlo! [Io invece ci metto dentro la terra e le piante grasse. Mi diverto cosi’.]
  6. Mamma: Te le ha cambiate? (annuisco) Stavolta ti è andata bene! [Era un paio di scarpe, diamine! Mal che andasse me ne sarei fatta una ragione. Non è che la mia vita dipenda da una ballerina, eh? Perchè questo tono da sei tornata dalla guerra incolume, ma guarda che la Morte ti aspetta al varco?]
  7. In quel negozio non ci puoi più entrare, lo sai, vero?
  8. No, ma che figura! Io non avrei avuto il coraggio di andare a cambiarle! [E chi mandavo? Fermavo uno per strada?]

Ce ne fosse stato uno di gentile che mi dicesse una cosa tipo: “Dai, su! Son cose che capitano!” Pieno di persone empatiche e compassionevoli. E tutte vicino a me. Mi sento come un lampadario d’estate quando le finestre sono aperte e ti si spiaccicano addosso un’infinità di insetti e falene. Ne parlero’ al Signor Autan.

 

Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...