L’alveare

Ieri sera ho realizzato che Beehive, più noto come il gruppo di Mirko, quello di Licia, di Kiss me Licia, significa alveare.  Nel senso che non ho mai fatto il collegamento. Ora, ma facevano sul serio i Giapponesi? Chiami un gruppo ‘Alveare’?? Ma tipo cosa? Che erano fastidiosi come il ronzio delle api? Che ci si cariava un dente da quanto era mielenso (Si, proprio mielenso. L’ho scritto davvero. Rassegnatevi)? Che piaceva solo a Winnie the Pooh? Se si’, domandati perchè. Oppure, molto più probabilmente, vi era un velato riferimento alle pettinature dei componenti del gruppo, le quali, effettivamente, sfidavano ogni legge della fisica e della lacca. Moira Orfei andava da loro per pettinarsi, il che è tutto dire. Dopo questa folgorante rivelazione, mi son messa a cercare cartoni vari su Youtube e vabbé, è partito il momento ‘Quanto ero giovane, quanto eran belli i cartoni, altro che quelli di oggi, ecc.‘ Si’, manca solo sottileare il fatto che non ci siano più le mezze stagioni. Ma la nebbia, qui a Milano, prova il contrario. La mattina mi alzo, vedo la nebbia e mi dico: ‘Ah, oggi nebbia‘, tipo la specialità della casa. Risotto, ossobuchi e nebbia. Oppure cappuccino, brioche e nebbia. Comunque, non son qua per parlar del tempo. Potrei invece parlare della mia vicina di sopra (quella che passa l’aspirapolvere a ore improbabibili, che vanno dalle 3 di notte alle 23, senza che ci sia un senso logico. No, sul serio. Meglio la siura che deve star sveglia a controllare quando butto l’umido! Almeno lei ce l’avrebbe un motivo per occuparsi), che è diventata una donna impegnata e che venerdi’ sera ha deciso di organizzare un festino. Buon per lei. Sull’invito penso ci fosse scritto: ‘Solo con tacchi e/o musica di m**da‘. E quindi mi son sentita per ore Mariah Carey, Michael Bublè e comunque canzoni sul Natale ripetute all’infinito. Era un festino con tre persone e tre CD, credo. Ergo, vai di sigle di cartoni animati, altrimenti sarei dovuta salire, passare raso muro per evitare la vedetta della siura e farle mangiare i CD con tutta la custodia. Si’, va bene. D’accordo. Siamo vicini al Natale e dovrei essere più buona. Ma non è che sia scritto sulla pietra, eh? Non è un codice vero e proprio, direi che è più una serie di norme di comportamento. E comunque non ho detto niente. Non sono neanche salita. Non ho neanche preso a bastonate il soffitto. Il fatto poi che tra me e il soffitto ci siano circa un due metri buoni e che non potrei arrivarci neanche salendo sul tavolo, questo è un altro discorso. E poi non mi vengono in mente molte persone cosi’ cattive da rovinare una festa di Natale. Dai, su, non si fa. Poi avrei dovuto farmi una mèche bianca e comprarmi una pelliccia di dalmata oppure travestirmi da vecchina che vende mele. Troppa fatica. 

PS: Qualcuno mi saprebbe dire perchè diamine nella sigla lei è bionda, mentre nel cartone è mora?? Mi son sempre chiesta…

Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...