Acqua/2

Finalmente arriva la sera. EVVAI!! Si mangia!!! Bon, apre alle 18.30. Non facciamo le campagnole e quelle che stanno morendo di fame. Andiamo là almeno alle 19. Sto in piedi dalla mattina con: caffé (2), merendina (1), bottiglioni d’acqua (2). Arrivata al buffet vorrei mangiarmi anche i piatti, ma vabbé. Siamo signore. Prendo un antipasto sano perchè ho l’avvoltoio delle Weight Watchers sulla spalla che controlla e andiamo al tavolo. Vedo la lista delle bevande e vorrei prendere del vino, ma mia sorella dice che ci stiamo depurando e che dobbiamo bere acqua. ANCOOORRAAAA ???? Vorrei dirle: ‘Ho gli allevamenti di rane nello stomaco e stanno mutando geneticamente per diventare coccodrilli, uscire di notte e assassinarti mentre dormi, porco girino!’, ma due signore di fianco stanno ascoltando attentamente e non vorrei pensassero male. Intanto SS vede la lista delle acque e so che è la fine. Segue discussione in cui io insisto per avere almeno una bibita vagamente gasata. Sono disposta alla Cedrata. Se ne esce con: ‘Siamo qui per depurarci, vuoi rovinare tutto??’ Io si’. Io volentieri. Io sono disposta. Dove devo firmare? Con il sangue? No problem. Sfoglia la lista delle acque, con nomi che non conosce neanche vagamente. ‘Ah!’ dico io, prendendola in giro ‘Adesso un’acqua normale non va bene? Ne vuoi una in particolare??? Ma è acqua!! Sa di acqua, cioè del nulla con zolfo, calcio e sali minerali mischiati a caso e con cattiveria!’ Lei comincia un pistolotto sulle proprietà organolettiche di battelapesca, sulla diuresi come tappa fondamentale nell’evoluzione umana e sulla depurazione come forma ultima di ascetismo mistico-salutista. Mi dissocio e le dico che non l’aiuto a scegliere dell’acqua, tra l’altro senza un criterio. Lo trovo eticamente improponibile.  Arriva il cameriere e segue dialogo:

–          (cameriere annoiato) ‘Che cosa prendete da bere ?’

–          (mia sorella) ‘Questa bottiglia X, ne ho sentito parlare tanto e non l’ho mai provata.’

–          (io) …………….

–          (cameriere, che sembra aver appena visto la Madonna, i Santi e un paio di ballerine ballare la lap dance) ‘Ottima scelta signorina! Ottima scelta! Ottima!’

–          (io) …………… e penso, con atmosfera drammatica da film di avventura: ‘Ok, Jane, siamo circondate. Assecondali, è meglio. Per ora fingi di credere a quello che dicono e poi, mentre dormono, potremo tentare la fuga. No, Jane, dobbiano andarcene insieme! Non ti lascio qui, anche se sei ferita! Si’, lo so, quei maledetti rasoi! Ce la faremo, vedrai!’

Il cameriere se ne va e io resto a bocca aperta, guardando mia sorella. Poi non ce la faccio più: ‘Cos’era quella scenetta??? Son due ore che dici che non conosci nessuna di quelle acque e che l’hai scelta a cavolo!’ Mi risponde serafica: ‘Si’, ma lui non lo sa.’ Ok, un punto per lei. Il cameriere ritorna con una bottiglia di vetro, un secchiello e un canovaccio, che neanche trasportasse il sacro Graal. ‘Guardi, ci scusi, ma la bottiglia non è alla giusta temperatura, pero’ le ho portato un secchiello e del ghiaccio.’ e mia sorella: ‘Eh, vabbé! (sospiro) Il ghiaccio rovina tutto, ma vabbé, con questo caldo!’ Il cameriere si riscusa e se ne va. La guardo. ‘Che c’è?’ La guardo. ‘Cosa c’è adesso?’ ‘Domani andiamo a fare shopping.’ Si illumina. Poi le viene un dubbio e cerca di capire dove sia l’inganno. ‘Perchè?’ ‘Mi devo assolutamente comprare un vestito per quando ti premieranno come miglior attrice o come miglior millantatrice. In ogni caso, qualcosa te lo danno di sicuro!’ Ride. Mi giro e vedo le due signore di prima, che ascoltavano i nostri discorsi, tutte e due girate, con la bocca aperta. Si’, ok, anch’io avrei ascoltato, ma un minimo di discrezione, no? Quando mia sorella va in bagno (con tutta quell’acqua…), le due parlano di noi. EEEHHH!!! OOOOOHHHH!!! Son qui di fianco!! Vi sento, eh??? Poi mi ricordo l’età e vabbé. ‘Non capisco’ dice una all’altra ‘il cameriere è tutto gentile e carino con loro (cenno e smorfia di disprezzo) e quando lo chiamiamo noi fa finta di niente…’ (ridacchio tra me e me) ‘E poi abbiamo speso più loro! Loro bevono acqua (smorfia)! Abbiamo preso il vino! E che vino, poi!’ (tendo l’orecchio) ‘Un Prosecco!’ Ah! Vi siete dissanguate, eh? Poi qui non è che te lo tiran dietro, eh? Ma dimmi te…

Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...