Suorine a Roma / 7

Concludo la saga delle suorine perchè so che ci tenete…
Scopriamo che, avendo preso una mezza pensione (per forza perchè eravamo in mezzo al nulla, rientrare in tempo sarebbe stato difficile, anche perchè c’erano i mastini vestiti di grigio alla porta), il conto risultava di gran lunga superiore a quanto era stato pattuito.
Seguono alcune considerazioni:
– Abbiamo mangiato i loro resti, niente di più e niente di meno. Quel cibo non sarebbe andato bene neanche per le galline o i maiali. Se speravano che facessimo le uova o se volessero trasformarci in salumi, questo poi non posso saperlo con certezza.
– Abbiamo mangiato all’ora che volevano loro, cioè alle 19 in punto. Una volta siamo scese con un quarto d’ora di ritardo e la cuoca (si’, vabbé, quella che riscaldava con il microonde) ci ha assalite con:‘Ho suonato la campana! (che suonava ogni due minuti perchè tra messe, vespri, ecc. era tutta una) Perchè non siete scese subito? Ancora un minuto e rimettevo tutto via!’ E a ben guardare, ci avremmo forse guadagnato…
– Nessuno ha neanche vagamente pensato di rifarci i letti, di pulire la camera o anche solo di buttare via la spazzatura del cestino. Che sia chiaro: nessuno si aspettava un trattamento da Grand Hotel, ma almeno dacci un asciugamano decente e non due asciugamani da bidet, che sono morbidi come la carta vetrata e li puoi usare solo per farti lo scrub o per asciugarti al massimo il sudore della fronte, no?
– Il bagno era in comune con altre giovani donne e c’era l’acqua corrente. Volevate del sapone per lavarvi? Quando uno è viziato… La cosa carina del bagno è che dopo aver fatto la doccia dovevi asciugare il pavimento perchè c’era acqua ovunque. Forse una rivisitazione post-moderna della storia di Noè. Certo, un paio di paperelle e due liocorni avrebbero fatto almeno allegria… Poi, quando avevi finito, siccome la temperatura era paragonabile a quella del pianeta Venere, ti asciugavi il sudore con uno degli asciugamani di cui sopra.
– Ribadisco che dovevamo essere a casa alle 22 o al massimo alle 23. Pena minaccia di dormire sotto i ponti, sguardi di disapprovazione, mugugnii più che eloquenti. Sembrava di stare in ‘Le ali della libertà’ (link), ma senza l’ora d’aria e Morgan Freeman a fare un po’ da diversivo. Mia sorella stava già cominciando a corrodere le sbarre della recinzione con il caffé che ci davano al mattino. Dopo due giorni aveva ottenuto dei buoni risultati, ma ce siamo andate. Un regalo per chi verrà dopo di noi.
Ecco, tutto questo paradiso nel cuore di Roma per la modica cifra di circa 70 euro a notte. Considerando che l’IMU non la pagano, che non devono pagare il personale, che di certo non sono andate a far la spesa per noi, che ci siamo fatte in tutto sei docce, che le lampadine della stanza (due in totale: una lampada da comodino che avrà avuto la mia età e la portava male e un lampadario che aveva visto la breccia di Porta Pia) erano a risparmio energetico (e va bene), ma di quelle che fai in tempo a perdere due diotrie prima che illuminino la stanza con la stessa potenza di due candeline della torta di compleanno (per fortuna c’era la luce accecante del lampione di fronte, altrimenti non avrei potuto finire il Bartezzaghi), che non esiste alcun tipo di servizio di nessun tipo, mi chiedo perchè io abbia dovuto pagare una follia del genere. Se qualcuno mi sa rispondere, grazie. Di ritorno verso casa mi sono anche dovuta sorbire mia sorella che mi diceva, ogni tre per due: ‘Se fossi andata via con F. (amica mia), non sarebbe successo! Non sai organizzare le cose! Lo facevi fare a me, dall’Inghilterra, no? Bastava dirlo!!‘. Di colpo le suorine non mi sono più sembrate poi cosi’ male…
Annunci

2 thoughts on “Suorine a Roma / 7

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...