AdV: 28 giugno 2010

Treno delle 11.35 da Conegliano verso Venezia. Il binario 3, a Conegliano, destabilizza le persone. La signorina passa l’annuncio più volte, dicendo che il treno, che è fermo al binario da un bel po’ partirà da quel binario, ma la gente non ci crede. Il treno è là, ma la gente non ci sale. Io guardo fuori e mi domando perchè nessuno salga. Diffidenti. Quando il capotreno fischia, salgono tutti in blocco. Comincio a credere che alla gente piaccia proprio il contatto fisico quando sale in treno. E chi sono io per dire che fanno male? Ognuno si sfoga come vuole.
Comunque, l’aneddoto assurdo riguarda Mogliano. Dopo il treno che salta una stazione, inchioda ed ingrana la retromarcia; dopo quello che salta la stazione, inchioda e fa fare un cento metri sui binari ai passeggeri; dopo quello che, dopo aver chiuso le porte ed essere partito, si ferma e aspetta due ragazze finchè non hanno timbrato, pensavo di aver visto tutto. Invece no.
Arriviamo tranquilli a Mogliano. La gente scende, la gente sale. Il capotreno fischia. Si chiudono le porte. Guardo fuori distrattamente e vedo il capotreno trafelato, che si sbraccia. Tipo che l’abbiamo lasciato giù?? Di nuovo?? Ebbene si’, è successo anche questo. Ma non è il nostro caso. Si sentono delle urla un po’ più in là. Ovviamente mi metto ad origliare. Tutti stiamo origliano. Siamo in religioso silenzio. Amen. La faccio breve. Due signori dovevano prendere il treno, ma erano in ritardo. Hanno quindi pensato di fare cosi’: uno di loro è andato a fare il biglietto, l’altro invece è andato al binario e, all’arrivo del treno, ha bloccato le porte. Quando l’amico è arrivato, sono saliti entrambi tranquillamente. Ora, io non vorrei dire, ma ce n’era uno mezz’ora dopo circa. Ora, a meno che non avessero la casa che stava andando in fiamme o la moglie che stava tentando il suicidio o un figlio ricoverato all’ospedale o stessero scappando dalla Polizia (di sicuro non la celere…), non vedo che altra scusa plausibile possa avere uno per bloccare un treno, su cui ci sono almeno altre cento persone, che hanno davvero qualcosa da fare e a cui, delle tue cavolo di faccende personali non frega niente. Io in primis. Insisto: come DIAMINE si fa a fermare un treno per fare un biglietto?? Sarebbe come se uno degli invitati ad un matrimonio si alzasse, interrompesse la cerimonia e dicesse: ‘Scusate, state fermi là un attimo, che devo controllare se ho chiuso il gas.’ oppure se un chirurgo, mentre sta operando si assentasse dicendo: ‘Scusate, ho dimenticato di passarmi il filo interdentale dopo pranzo. Torno subito, eh? Tenetelo in vita, intanto.’.
Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...