Paris : Gentilezza

Una cosa che contraddistingue (da secoli), i Parigini è la loro (proverbiale) gentilezza. Ciascuno di loro è votato al massimo rispetto per le altre persone. Infatti, se potessero ti eliminerebbero fisicamente, con o senza un motivo. Quello importa poco. Ti urtano e non ti chiedono scusa perchè perdono tempo nel farlo. Sono la popolazione con più fretta che abbia mai visto. Ma dove correranno mai? C’è anche da dire che, in caso di bisogno, ti guardavano con sufficienza. Ho sempre sostenuto che se fossi svenuta per strada, mi avrebbero prima schivato sbuffando e poi insultato perchè sbavicchiavo sporcando il marciapiede.
Inoltre, a volte, accadeva uno strano fenomeno. Entravo in un posto e salutavo tutti e tutti mi ricambiavano il saluto, con un cenno del capo o perfino un sorriso. Uscivo per andare a prendere un caffé e quelle stesse persone non mi riconoscevano più. Anche stando in coda dietro di me. Anche se mi informavo sul loro stato di salute. Suppongo di aver attraversato accidentalmente un armadio errante di Narnia o lo stargate di Parigi (che ne abbiano ritrovato uno sotto la Piramide del Louvre?) oppure di essere finita sul set de ‘L’invasione degli ultracorpi’ senza accorgermene. Ancora mi chiedo… 
Aneddoto. 
Nella metro, una signora insulta una, dicendole, testualmente: ‘Eh, oh! Regardez où vous marchez, merde!’ (che suona più o meno come: ‘Guardi dove mette i piedi, mer*a!’) e quella, una ragazza cieca: ‘Io non posso, signora!’ Quella si vergogna un po’ (ma poco), e farfuglia: ‘Scusi, non avevo visto.’, ma insiste sull’aver ragione: ‘Si, pero’, anche lei, faccia comunque attenzione!’ Mi aspetto che quella risponda: ‘Neanch’io avevo visto, ma è da un po’.’ Oppure ‘E il bastone bianco con la sfera in fondo pensava fosse per misurare la distanza delle biglie quando gioco a bocce? E il cane? Pensava che lo tenessi imbragato per fargli scalare a zampe nude i sette colli di Parigi?’ Invece si limita a dire: ‘Anche lei potrebbe fare lo sforzo di essere più gentile!’’. Questo per dire che non si fermano neanche davanti ad un bastone o un pastore tedesco. 
Aneddoto. 
Sono in cassa al supermercato. Faccio notare che sono sulla cassa veloce da dieci pezzi. Giusto per far capire quali fossero i tempi di attesa. Aspetto il mio turno, quando vedo con la coda dell’occhio una signora incinta con una bambina per mano. Le faccio segno se vuol passare. Proteste immediate di quello dopo di me, ma quando vede che è incinta, si scusa. La signora prende coraggio e decide di andare ad inizio fila, due persone più in là, a chiedere se puo’ passare per prima. Una signora anziana, molto scocciata, le risponde che il fatto di essere incinta non è una scusa. Sguardo allibito di tutti. Incrocio poco dopo la stessa signora, appena fuori dal negozio, che arranca per portare la spesa. Un ragazzo le chiede se vuole una mano. Ma porca miseria! Adesso deve passare il buon samaritano? Non ti aiuta mai nessuno in questa città! Proprio adesso? E in quello passa, rapidissimo, quello che era dietro di me e urla al ragazzo: ‘No, no! Lascia che si arrangi! Essere vecchi non è una scusa!’ Un uomo, un mito. 
Aneddoto. 
Sto arrancando per mettere la valigia nella metro. La gente mi guarda, nessuno si propone di aiutarmi. Grazie mille a tutti. Mi metto in un angolo per non dar fastidio. Quando devo scendere sento un coro di sbuffi. E nessuno che si propone di aiutarmi. Prendo il treno, scendo a Lione, faccio tre passi e un signore mi chiede se puo’ aiutarmi. Ti viene da abbracciarlo. C’est obligé. 
Annunci

One thought on “Paris : Gentilezza

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...