Lyon: usanze

Un giorno la mia coinquilina decide di invitare una sua amica da noi. La giovane arriva, si esce, si gira, si torna a casa e si va a dormire. Io per prima. Il mattino dopo, mi sveglio per prima e scendo per preparare il caffé. Dormivamo tutte e tre nel mazzanino, al quale si arrivava tramite una scala a pioli. Il caffé versato, mi siedo sul divano, con la mia solita madeleine. E fin qui, tutto bene. Sentendo l’odore, scende anche la mia coinquilina, e si versa il caffé anche lei. Iniziamo a parlottare sul divano cercando di non far troppo casino. Si sveglia anche la terza e comincia a scendere la scala a pioli (vedi foto). 
Invece di scendere con la pancia verso la scala, la scendeva di schiena. E fin qua, tutto bene. Non fosse che si ferma a metà scala, in piedi, e comincia a chiederci come abbiamo dormito, cosa vogliamo fare oggi, ecc. Lo so, non si capisce quale sia il problema. Il problema: era completamente nuda e avevo le tende tirate e le finestre aperte. Realizzo che ho dei vicini e corro a tirare le tende, mentre la mia coinquilina redarguisce la giovane donna, dicendole che almeno un paio di mutande le poteva mettere! Quella protesta dicendo che va sempre in giro per casa cosi’. Mentre chiudo le tende vedo i miei vicini, dirimpetto casa, a meno di 5 metri, che stanno pranzando, con le forchette a mezz’aria, le mascelle dislocate, che guardano verso la nostra finestra. Si trattava di una giovane coppia, con due figli piccoli. Li abbiamo traumatizzati a vita. Li ho sulla coscienza. 
La giovane donna, comunque, continua a parlare dalla scala, con tutto ben visibile ed ammirabile, e con tutta la mia invidia per la quinta di reggiseno, mentre io non so da che parte guardare. Lo so, sono troppo pudica, è il retaggio cristiano, quello che volete, ma vedere una donna nuda di prima mattina, mentre sto facendo colazione, non è proprio uno dei miei sogni nel cassetto. Sarà quello di qualcun altro, non dico di no. Alla fine decide di scendere dalla scala e va a mettersi qualcosa. Un tanga. Ma mi stai prendendo in giro o le foglie di fico le avevano finite?
Annunci

One thought on “Lyon: usanze

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...