RdC / 19

  1. Quando fai cosi’ mi fai venire un nervoso che divento più acida di te! 
  2. Sei un bocconcino! 
  3. Mentre mangio un cioccolatino: ‘Sembri i pinguini che ingoiano il bolo della mamma!’, in seguito: ‘Ah, bene! Mangiali, sai? Me li ha dati mia mamma, ma a me fanno schifo!’ Nel senso che sto mangiando gli avanzi? Di che anno? 
  4. Al ristorante, io: ‘Mangerei il piatto X…’, all’arrivo del cameriere, lui: ‘Per me Y, per la signorina Z’. Il cameriere se ne va ed io protesto. Risposta: ‘Ti ho salvato la vita. Mai mangiare pesce in questo ristorante!’ E qui sorge spontanea la domanda: ‘Ma perchè diamine mi hai portato in un ristorante di pesce, allora???’ 
  5. Siamo in pizzeria. Io prendo una birra, lui acqua. Arriva la cameriera e porge l’acqua a me e la birra a lui. Un classico. Cerco di prendermi la birra e la cameriera mi guarda con odio. Lui, giustificandosi con lei: ‘No, io non bevo, devo guidare…’, lei: ‘Ah, davvero? (sorrisone) Che bravo ragazzo!’ e mi guarda con disprezzo, pensando, secondo me: ‘Ma guarda te se uno cosi’ deve andare in giro con una che già fa schifo alla carta igienica, ma è pure alcolizzata! Che Mondo ingiusto!’ E questi sono i momenti in cui mi chiedo: per quanto ne sai tu, lui potrebbe essere il mio fidanzato/compagno/padre dei miei figli, ma davvero ci provi con me presente? Ma ce la fai? 
  6. Ad una cena, giro di Cognac. Arrivato a me: ‘A te meglio di no. Poi stai male.’ 
  7. Racconto un aneddoto su Creta, dicendo che ero andata da un tipo a chiedere indicazioni, parlando in greco. Commento: ‘Ma TU parlavi greco??’, io, modesta: ‘Si, beh, due parole, non è che potessi far discorsi filosofici!’, lui: ‘Ah, ecco!’. 
  8. Io: ‘Caspita! Sono colpita dal fatto che ti ricordi come mi chiamo!’ e lui: ‘Difficile dimenticarti, anche volendo.’. Il che mi ricorda il precedente: ‘Sono colpita dal fatto che ti ricordi come mi chiamo!’ e lui: ‘Si, beh, ti chiami come la mia morosa! Per quello mi ricordo!’. 
  9. Lui, pensieroso, chiede: ‘Ma come fai a schivarlo ogni anno?’, io non capisco: ‘Eh? Che cosa?’ e lui: ‘Il panevin’. Battuta vecchia, ma se te la fanno a Pasqua non te l’aspetti… 
  10. Presentazione, a lezione, del mio Prof: ‘Lei è quella che vi farà l’esame.’ Pausa. ‘Quella cattiva, che vi farà l’esame.’ 
  11. Vado a far lezione che son mezza morta. A fine lezione, chiedo al Prof: ‘Come sono andata?’ e lui, serafico: ‘Si vedeva che soffrivi. Agli studenti piace.’
Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...