Paris: la célibataire

Vado a comprare il pane. Noto, per la prima volta, che esiste la versione mignon della classica baguette francese. Mi dico che, essendo da sola, invece di prendere una baguette intera, che poi a Parigi è pure più grande del normale standard francese, prendere quella piccola non sarebbe una brutta idea. Dialogo con la panettiera, con negozio pieno:
Io: ‘Una baguette, ma mi dia quella di fianco, quella piccola.
Lei: ‘La célibataire?’ (letteralmente: la zittella).
Si gira tutto il negozio a guardarmi con aria di compassione.
E qui un moto di orgoglio: ‘No, no, mi dia quella normale’.
Perplessità della panettiera.
Esco a testa bassa dal negozio e torno a casa con un filone di un metro, che è quasi alto più di me e che finiro’ in tre giorni, ma almeno non faccio la figura di quella che è sola come una gomma da masticare attaccata alla sedia. Questi son pazzi. Come si fa a chiamare un pane zittella?? Chi vuoi che te lo compri?? Facendo, per altro, sapere a tutto il mondo che sei sola come un calzino uscito dalla lavatrice? Le lavatrici si cibano di calzini, è un fatto. Constato e basta. Di solito preferiscono quelli che ti piacciono di più, non quelli bucati, che porti dalle medie e che usi come stracci per la polvere. Le lavatrici son cosi’. Che dire? Uno un po’ le capisce visto che passano il tempo a lavare roba sporca e a farla girare. Non è una bella vita. Poi c’è anche un’altra spiegazione:
Comunque, a parte questo, gente che compra questo pane, ce ne dev’essere, altrimenti non lo venderebbero. In seguito ho notato che anche al supermercato esiste la versione piccola della baguette, ma esistono anche i cibi per uno. Mi ha messo tristezza. Lo so che anche i single devono pur mangiare, ma è triste che uno vada dalla cassiera con il cibo per uno e che lei sappia che hai una vita piatta e che non hai nessuno che ti aspetta a casa. Se poi hai comprato anche le scatolette o la sabbia per il gatto, lo vedi dal suo sguardo che prova pena per te e che ti vede già ritrovato morto dopo mesi nel tuo appartamento / buco / loculo / non avrei mai pensato che si potesse affittare qualcosa di cosi’ piccolo, con la faccia mezza divorata da un felino affamato. Che poi ti han ritrovato solo perchè eran mesi che non pagavi le bollette, mica perchè qualcuno si preoccupava di non vederti, eh? Che città del piffero.
Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...