Paris: il riscaldamento.

A Parigi abitavo in uno studentato. Arrivo ad ottobre e il riscaldamento non funziona. Ottimo. Da casa mi sono portata una coperta (sesto senso?) e dormo con: due coperte ed il cappotto sopra + scialle di lana della nonna, pigiama pesante, calze al ginocchio, maglia di lana con le maniche lunghe e canotta di lana. Sexy come un comodino. Ho freddo. Spesso, nel cuore della notte mi sveglio tremando, metto a bollire una pentola d’acqua e verso l’acqua in una bottiglia. Boule dell’acqua calda fai-da-te. Altro che Mc Gyver. Passa una settimana e mia sorella mi porta un piumone d’oca da competizione. Cambio di strati: piumone, coperte, vestita come sopra. Va meglio. 
Una mattina, verso le 7, mi bussano alla porta ed entra uno, accende la luce e dice: ‘Ah, scusi!’, spegne la luce e se ne va. E no, scusa, m’hai svegliato, che vuoi? Apro la porta, vestita come sopra, e chiedo che vuole. ‘Misurare la tempertura’, io: ‘Come?’, lui, stizzito: ‘Misurare la temperatura!’ e mi mostra un specie di termometro. Ed io penso: si, beh, certo, che scema! Mi è capitato mille volte di aprire la porta all’alba ad un tizio con un termometro di un 40 cm (giuro!) che vuol misurare la temperatura… Anzi, volevo dirle: lei è il centesimo! Festeggiamo? Mezza addormentata mi chiedo due cose: primo, la temperatura di che? (che sembra una domanda stupida, ma te la fai) e secondo: per fare che? Lo faccio entrare. Prima finiamo, prima torno a letto. Posso ancora dormire un’oretta. Misura e mi guarda sorridendo. Ma che ti ridi? Sguardo di odio. Mi dice, tutto fiero: ‘Caspita! Ci sono 12 gradi qui!’. Penso in 3 secondi a quanti anni mi darebbero se gli piantassi il termomentro in un occhio, se sarebbe considerata legittima difesa, se il fatto di essere mezza addormetata potrebbe reggere come semi-infermità mentale, ma poi penso che non val la pena, che uno cosi’ va torturato con calma e là, per sua fortuna, ho sonno. Molto sonno. Sorrido forzatamente e rispondo: ‘Eh, certo! I Caraibi! Mi ha beccato proprio mentre stavo per spalmarmi la crema solare!’. Che poi, penso: grandissimo idiota, ti pare normale che una dorma con 7 strati di roba? Sono più vestita di quando esco, ti par normale? Ho raggiunto la stessa circonferenza di Babbo Natale e tra un po’ mi compro un bue ed un asinello, ne conosci tante cosi’? Un mondo di comici.
Annunci

Lascia un commento o un complimento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...